Martedì 11 Dicembre 2018 | 12:26

GDM.TV

i più visti della sezione

Fara: «un'Italia delusa ed insofferente che spera ancora»

ROMA - L'Italia è delusa per la mancata realizzazione delle attese di cambiamento, una situazione che genera insofferenza, ma che non toglie il «desiderio di guarigione» che i «ritardi e le inefficienze del Governo» hanno anzi reso «ancora più necessario ed urgente». È la fotografia che il presidente dell'Eurispes, Gian Maria Fara, ha fatto della situazione del nostro Paese, in occasione della presentazione del Rapporto Italia 2007.
Un paese che viene definito «neofeudale», con un sistema socio-politico che somiglia sempre più ad un coacervo di istituzioni, usanze, consuetudini e prassi di stampo feudale. non solo nella politica, ma anche nell'economia, definita «oligarchico-feudale». Una tendenza che, rileva Fara, «ha contagiato anche altre aree della società, come il Terzo Settore.
«Il Paese - scrive Fara - sembra impaziente di lasciarsi alle spalle quell'atmosfera di declino che ne ha accompagnato i passi negli ultimi anni, ma deve fare i conti con la sua malattia, con i suoi ritardi, con le fragilità strutturali, ma soprattutto con una classe dirigente ormai inadeguata».
L'Italia ha «sperimentato e continua a sperimentare gli effetti di una difficile congiuntura internazionale, dei ritardi dell'apparato produttivo e delle inefficienze della Pubblica amministrazione, della perdita del potere di acquisto, dell'abbassamento della qualità della vita, sperava in un rapido cambiamento di rotta e nella possibilità di potersi finalmente impegnare per un progetto chiaro di crescita e di sviluppo. Ma le attese - spiega il presidente Eurispes - forse eccessive, di cambiamento sono andate, almeno per il momento, deluse».
Secondo Fara, «in questa prima fase, il Governo non è sembrato all'altezza degli impegni presi con gli italiani. Tuttavia, i ritardi e le inefficienze del Governo non solo non hanno attenuato il desiderio di guarigione ma lo hanno reso ancora più necessario e urgente. Se il Governo vuole riconquistare la fiducia dei suoi elettori e attrarre nuovi consensi dovrà assecondare questo desiderio degli italiani di uscire dall'afflizione, dispiegando un forte impegno e tutte le energie disponibili per intercettare e gestire quei segnali di ripresa economica che arrivano dai mercati nazionali e internazionali».
Tuttavia, l'Italia «deve fare i conti con le resistenze di coloro che considerano l'innovazione, le riforme e il cambiamento come un pericoloso nemico capace di mettere in discussione i vantaggi e le rendite di posizione acquisiti nel tempo. Una battaglia ancora più difficile - conclude Fara - perché le due anime della conservazione e dell'innovazione sono presenti in maniera trasversale nell'intero sistema politico e istituzionale e all'interno dello stesso corpo sociale. Ciascuno, grande o piccolo che sia il potere che riesce ad esercitare, difende il proprio spazio e cerca di tutelare gli interessi che ne derivano».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

 
Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive

 
Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

 
Il post partita di Cornacchini e Neglia

Il post partita di Cornacchini e Neglia

 
Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

 
Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie

Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie

 
Lorem video dolor sit amet, consectetur

Lorem video dolor sit amet, consectetur

 
Treni, la partenza del primo Frecciarossa per Torino: ma in Puglia andrà «lento»

Treni, parte il primo Frecciarossa per Torino: ma in Puglia andrà «lento»

 
Portici-Bari, i tre gol biancorossi

Portici-Bari, i tre gol biancorossi