Giovedì 13 Dicembre 2018 | 00:43

GDM.TV

Il Giappone critica il presidente Usa: sull'Iraq ha preso la decisione sbagliata

TOKYO - Per la prima volta un esponente del governo giapponese ha accusato oggi il presidente americano George W. Bush di avere preso «una decisione sbagliata» con la guerra in Iraq.
«Penso che Bush abbia lanciato la guerra come se (in Iraq) vi fossero armamenti atomici, ma penso che quella decisione fosse sbagliata», ha dichiarato a Tokyo il neoministro della Difesa Fumio Kyuma.
Divenuto membro a pieno titolo dell'esecutivo un paio di settimane orsono, con la trasformazione in dicastero dell'Ente di Autodifesa, Kyuma ha parlato in una conferenza stampa nella sede del Circolo nazionale dei giornalisti.
Interrogato sulla situazione attuale in Iraq, egli ha anche indicato che Tokyo non intende necessariamente appoggiare le mosse per un accrescimento della presenza militare statunitense nel Golfo.
Dopo avere ultimato un ritiro delle proprie truppe dall'Iraq in luglio, il Giappone ha continuato a fornire alle forze americane solo un appoggio logistico, marittimo e aereo.

Già il mese scorso, come direttore dell'Ente di Autodifesa, Kyuma aveva definito «prematura» la seconda guerra del Golfo, sottolineando tuttavia che la sua era solo «un'opinione personale».
Oggi invece, secondo trascritti delle sue dichiarazioni pubblicati dall'agenzia «Kyodo», il ministro non si è curato di velare le sue critiche e ha accusato Washington anche di «non avere ricette sul modo di affrontare la situazione postbellica» in Iraq.
Le dichiarazioni di Kyuma, secondo gli osservatori, sembrano indicare l'esistenza di crescenti attriti sotterranei nel dialogo strategico dell'alleanza nippo-americana.
Ultimamente il politologo americano Brad Glosserman, direttore di un centro di studi per la regione Asia-Pacifico, ha scritto che, «se l'alleanza fra Washington e Tokyo deve sopravvivere, entrambe devono operare per assicurarsi che ciascuna parte capisca l'altra e le aspettative dell'altra».
Di recente «il dialogo strategico con il Giappone non è stato semplice», ha aggiunto Glosserman, preconizzando che si provveda a un sollecito «cambiamento» in proposito.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi  
Sindaco: «Indagheremo»

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO

 
Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

 
Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive