Sabato 23 Gennaio 2021 | 03:07

Il Biancorosso

Serie C
Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl caso
Senegalese trovato morto a bordo del treno Bari-Lecce: indaga la Polfer

Uomo trovato morto a bordo del treno Bari-Lecce: si tratta di un senegalese, indaga la Polfer

 
BrindisiIl caso
Blitz dei Nas in due case di riposo a Brindisi e Potenza: chiuse per carenze igieniche

Blitz dei Nas in due case di riposo a Brindisi e Potenza: chiuse per carenze igieniche

 
TarantoIl virus
Covid 19 a Grottaglie, dipendenti comunali positivi: chiusi gli uffici

Covid 19 a Grottaglie, dipendenti comunali positivi: chiusi gli uffici

 
PotenzaIl caso
Melfi, in auto con 4 quintali di cavi di rame: denunciato

Melfi, in auto con 4 quintali di cavi di rame: denunciato

 
FoggiaLa novità
Policlinico di Foggia, nasce il primo reparto di Andrologia in Puglia

Policlinico di Foggia, nasce il primo reparto di Andrologia in Puglia

 
LecceLa convenzione
Lecce, nasce il 'Parco della Giustizia' su terreno confiscato alla mafia

Lecce, nasce il 'Parco della Giustizia' su terreno confiscato alla mafia

 
MateraNel Materano
Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

 
BatNella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 

i più letti

Il fronte anti-siriano in Libano critica Hezbollah: «Questo non ha niente a che fare con la democrazia o la libertà, questo è stato trasformato in un colpo di Stato, è una rivolta in ogni senso del termine»

BEIRUT - Dure accuse del fronte anti-siriano in Libano a Hezbollah per i blocchi stradali e le aggressioni che hanno accompagnato lo sciopero generale. «Questo non ha niente a che fare con la democrazia o la libertà, questo è stato trasformato in un colpo di Stato, è una rivolta in ogni senso del termine», ha denunciato Samir Geagea, il capo delle Forze cristiane libanesi che ha anche criticato la passività delle forze dell'ordine. «Gli agenti collaborano e proteggono i dimostranti anzichè aprire le strade e proteggere i cittadini che vogiopno andare a lavorare», ha lamentato. L'ex deputato Fares Sahd, figura di spicco del campo anti-siriano, ha invitato le forze governative a «non partecipare a questo palese colpo di Stato». «Se le forze di sicurezza continueranno a non fare il loro dovere - ha avvertito - lo farà la gente e ci sarà la pressione di un movimento popolare».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400