Lunedì 08 Marzo 2021 | 04:09

Il Biancorosso

Serie c
Bari messo ko dal Potenza al San Nicola: 0-2

Bari messo ko dal Potenza al San Nicola: 0-2

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

Covid news h 24Il virus
Covid, il monito della virologa: «Vaccinati? Potrebbero contagiarsi. 2 casi su 3 da variante inglese»

Covid, il monito della virologa: «Vaccinati? Potrebbero contagiarsi. 2 casi su 3 da variante inglese»

 
FoggiaIl caso
Covid 19 a Foggia, in 9 sorpresi a giocare a carte: multati

Covid 19 a Foggia, in 9 sorpresi a giocare a carte: multati

 
LecceLa nomina
Musica, 5 vincitori e menzione speciale per il premio delle Arti a Lecce

Musica, 5 vincitori e menzione speciale per il premio delle Arti a Lecce

 
BatIl caso
Trani, la discarica si trasforma in impianto

Trani, la discarica si trasforma in impianto

 
MateraIl caso
Montescaglioso, le vende cocaina e la intrappola in casa: salvata da una mail inviata ai cc

Montescaglioso, le vende cocaina e la intrappola in casa: salvata da una mail inviata ai cc

 
TarantoQuote rosa
Taranto, assunzioni col trucco: in 18 sotto processo

Taranto, assunzioni col trucco: in 18 sotto processo

 
PotenzaIl caso
Maratea, scoppia zuffa fra sindaco e assessore: entrambi in ospedale

Maratea, scoppia zuffa fra sindaco e assessore: entrambi in ospedale

 
BrindisiLa cerimonia
L’abbraccio Puglia-Albania: «A Brindisi una medaglia per l’accoglienza»

L’abbraccio Puglia-Albania: «A Brindisi una medaglia per l’accoglienza»

 

i più letti

Stupra bimba di un anno: arrestato

PALERMO - Uno di 38 anni, posto in stato di fermo dalla polizia a Palermo, ha confessato di aver violentato una bambina di un anno. Il pedofilo è stato identificato in poche ore di indagini dagli investigatori della sezione Reati in danno di minori e sessuali della Squadra Mobile, dopo che la bambina era stata portata in ospedale dai familiari.
L'indagato era stato fermato nel pomeriggio di ieri, e dopo un lungo interrogatorio nella notte ha ammesso le sue responsabilità. La vittima è la figlia della sua convivente.
La vicenda era iniziata nella mattinata di ieri, dopo la segnalazione pervenuta dai medici dell'ospedale in cui la bimba era stata accompagnata dalla madre e dalla nonna, in preda a copiose emorragie genitali. I sanitari avevano subito riscontrato che il sanguinamento veniva da gravi lacerazioni e lesioni degli organi genitali, inequivocabilmente prodotti da uno stupro.
I poliziotti hanno avviato gli interrogatori dei familiari e dei loro amici, e i sospetti si sono subito indirizzati verso il trentottenne convivente della madre della bimba. La piccola gli era stata affidata, e l'uomo, finora incensurato, era rimasto per qualche ora da solo con lei. L'indagato inizialmente aveva fornito una versione poco credibile sulle emorragie della piccola, ma nel corso dell'interrogatorio è crollato e ha confessato davanti al pm Sinatra, che ne ha disposto il fermo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400