Mercoledì 27 Gennaio 2021 | 09:07

Il Biancorosso

Il post-partita
Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl caso
Bari, 70 vigilantes a rischio nell’ex azienda del dg Arpal

Bari, 70 vigilantes a rischio nell’ex azienda del dg Arpal

 
HomeNel Tarantino
Grottaglie, trovato cadavere in un capannone: indagato per omicidio colposo titolare ditta edile

Grottaglie, trovato cadavere in un capannone: indagato per omicidio colposo titolare ditta edile

 
LecceSangue amaro
Rifiuti, sgominato traffico illecito anche a Lecce e Oria: 7 arresti

Rifiuti, sgominato traffico illecito anche a Lecce e Oria: 7 arresti

 
BrindisiIl caso
Brindisi, prende padellata in testa dalla compagna: scatena un putiferio al Perrino

Brindisi, prende padellata in testa dalla compagna: scatena un putiferio al Perrino

 
Foggiatragedia
Orta Nova, donna morta in casa: si pensa ad un omicidio

Orta Nova, donna di 48 anni accoltellata in casa alla gola: sospetti su un 46enne.
A dare l'allarme alcuni vicini Ft

 
Potenzaemergenza Covid
Basilicata, riapertura scuole: intensificare controlli aree di sosta automezzi trasporto pubblico

Basilicata, riapertura scuole: intensificare controlli aree di sosta automezzi trasporto pubblico

 
BatL'incidente
Barletta, furgone contro autocarro sulla Sp 21: muore agricoltore 73enne

Barletta, furgone contro autocarro sulla Sp 21: muore agricoltore 73enne

 
MateraIl caso
Reati contro la Pubblica Amministrazione a Matera: 11 arresti e sequestrati 8,2 mln

Matera, truffa per fondi pubblici in agricoltura: 11 arresti, tra loro funzionari Ismea e Regione Basilicata. 22 indagati e sequestrati 8,2 mln. Le intercettazioni VD

 

«Avevamo protezioni individuali scarsissime»

ROMA - «Esposizione totale» ai rischi connessi all'utilizzo di armamenti con uranio impoverito, maschere antigas che «erano scadute», protezioni individuali «scarsissime», condizioni igieniche «precarie». E' il racconto che Carmine, il militare che dopo la missione in Bosnia nel '96 si è ammalato per una presunta contaminazione da uranio, ha fatto all'agenzia on line «Peacereporter».
Nel suo racconto, il militare di Potenza afferma che la malattia è comparsa «un mese prima di congedarmi. Sono rientrato a casa - spiega - e hanno cominciato a venirmi i primi sintomi, che poi sono sfociati in disfunzioni epatiche che hanno reso necessari due ricoveri in dieci giorni». Ciò che «mi fa rabbia - prosegue - è che io ho dato la mia gioventù allo Stato e in cambio ho ricevuto indifferenza. Sono invalido al 75%, ma attendo il riconoscimento della causa di servizio».
Della missione in Bosnia, Carmine racconta diversi particolari. «A Sarajevo hanno sparato un po' di tutto e noi eravamo lungo la linea del fronte, a stretto contatto con i bossoli esplosi e i residuati bellici. Le condizioni igieniche erano assai precarie: per lavarci e ripulirci solo una doccia veloce. Toccavamo tutto con le mani nude. Le maschere antigas erano scadute, perciò era inutile metterle».
«Guardavo gli americani - conclude il militare - e invidiavo il loro equipaggiamento».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400