Giovedì 13 Dicembre 2018 | 05:52

GDM.TV

Moretti: un'opera strategica per il Paese

LECCE - «Bisogna dare una discontinuità forte rispetto alle questioni che nel passato ci sono state»: lo ha detto l'amministratore delegato delle Ferrovie, Mauro Moretti, sulla situazione dell'azienda. Moretti è intervenuto oggi a Lecce all'incontro che si tiene per l'inaugurazione del raddoppio della tratta ferroviaria Bari-Lecce.
«Stiamo preparando il piano industriale - ha aggiunto Moretti - è molto complicato, perché abbiamo avuto un passato molto complesso: partendo dai 1.900 e più milioni di euro di perdite, capite che la cosa non è semplice né facile. E' una gestione che dovrà essere improntata da un lato allo sviluppo, dall'altro all'innovazione e alla qualità, ma anche ad una robusta razionalizzazione per far sì che tutte le risorse non siano sprecate e siano dedicate allo sviluppo. Bisogna dare una discontinuità forte rispetto alle questioni che nel passato ci sono state».

«I ritardi in verità sono stati fatti nei decenni passati, negli ultimi anni abbiamo galoppato molto per poter fare presto e realizzare quest'opera che è strategica per il Paese»: lo ha affermato l'amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato, Mauro Moretti, riferendosi al raddoppio della tratta Bari-Lecce che si inaugura oggi dopo circa trent'anni di attesa.
«Arriviamo con due binari fino a Lecce - ha detto Moretti - e inseriamo questa parte della Puglia ai livelli di efficienza della rete europea». Riferendosi ai progetti di internazionalizzazione della rete ferroviaria regionale, Moretti ha affermato che «la Puglia sicuramente dev'essere attrezzata per poter far sì che il Corridoio 8 riesca a funzionare e abbia una funzione internazionale verso i Paesi dell'est». «Il progetto di connessione anche di Bari con Napoli - ha continuato - è una ricostruzione del Corridoio 8 col Corridoio 1 che è la colonna vertebrale dell'Europa. Quindi in questo caso la Puglia avrà una funzione doppia, sia per quanto riguarda i collegamenti delle aree metropolitane verso le altre del centro sud e del nord sia per la valorizzazione dei porti e degli interporti».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi  
Sindaco: «Indagheremo»

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO

 
Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

 
Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive