Giovedì 21 Gennaio 2021 | 16:48

Il Biancorosso

Biancorossi
Le grandi manovre del Bari: c’è anche Bellomo nella lista

Le grandi manovre del Bari: c’è anche Bellomo nella lista

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

Potenzaeconomia
Tavares in Basilicata, riconosciuta centralità dello stabilimenti di Melfi nel nuovo gruppo Stellantis

Tavares in Basilicata, riconosciuta centralità stabilimento di Melfi nel nuovo gruppo Stellantis

 
Barila decisione
Bari, concessione spiaggia Torre Quetta: prosciolto ex comandante Polizia locale

Bari, concessione spiaggia Torre Quetta: prosciolto ex comandante Polizia locale

 
Tarantoil progetto
Taranto, piantine antinquinanti nelle scuole: al via «La Natura entra in classe»

Taranto, piantine antinquinanti nelle scuole: al via «La Natura entra in classe»

 
FoggiaL'accaduto
Foggia, fuggono con macchina rubata, ma fanno incidente e scappano sfondando il parabrezza

Foggia, fuggono con macchina rubata, ma fanno incidente e scappano sfondando il parabrezza

 
BrindisiL'intervista
Gli antifascisti e i comunisti nella provincia di Brindisi: processi, confino, democrazia

Gli antifascisti e i comunisti nella provincia di Brindisi: processi, confino, democrazia

 
BatNella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 
MateraIl caso
Incendia auto per dissidi lavorativi con la proprietaria: denunciata 41enne a Matera

Incendia auto per dissidi lavorativi con la proprietaria: denunciata 41enne a Matera

 
LecceLe dichiarazioni
Fidanzati uccisi a Lecce, il killer: «Se fossi libero avrei di nuovo l'impulso di uccidere»

Fidanzati uccisi a Lecce, il killer: «Se fossi libero avrei di nuovo l'impulso di uccidere»

 

i più letti

Vendola: migliorare le ferrovie per più unità nel Mediterraneo

LECCE - L'ammodernamento della rete ferroviaria, la velocizzazione, la possibilità di distribuire un sistema di metropolitane leggere, la grande progettazione del treno veloce da Bari a Napoli, significano determinare le fuoriuscite dalla ghettizzazione di tante periferie interne, lavorare per l'unità del Mediterraneo perché ricongiungere Tirreno ad Adriatico è una comunicazione strategica importante». Lo ha detto a Lecce, il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, intervenuto all'incontro che si tiene a Lecce per l'inaugurazione del raddoppio della tratta ferroviaria Bari-Lecce.
«Noi - ha aggiunto Vendola - abbiamo un potenziale straordinario che deriva da alcune condizioni uniche in Europa. Siamo un territorio che ha porti e aeroporti assolutamente contigui. La modernizzazione anche della direttrice adriatica, la Bari-Pescara, la Puglia che si connette alle opere del Corridoio nell'area balcanica. Insomma noi diventiamo un tessuto nervoso di congiungimenti intelligente tra il Nord ed il Sud del mondo tra l'Ovest e l'Est. La Puglia così concretamente può candidarsi ad essere non un lembo estremo d'Europa abbandonato ma piattaforma logistica dell'Europa del Mediterraneo, per questo è una buona notizia».

«Il fatto che si chiude una vicenda che è durata trent'anni - ha aggiunto Vendola - e che ha visto in campo molti errori procedurali, una specie di sagra del localismo, è una notizia buona per la Puglia, data all'indomani dell'inaugurazione della seconda pista di Grottaglie». «E' una strategia - ha proseguito il presidente - che è quella dell'abbattimento di tutte le barriere interne ed esterne per fare dalla mobilità degli esseri umani e delle merci la chiave di uno sviluppo possibile del nostro territorio».
«Oggi - ha continuato Vendola - operare sulla intermodalità, cioè su tutto ciò che congiunge mare terra e cielo, trasporto marittimo, ferroviario e aereo, con una modernizzazione anche della rete stradale, credo che è una necessità assoluta ed è l'unica necessità per giocare con coraggio la partita del futuro».
«Su questo binario - ha concluso - intere generazioni hanno preso il treno con la valigia di cartone nelle rotte terribili e dolorose dell'emigrazione. Ora dopo che abbiamo intensificato questa rete è un'intera generazione a mettersi in cammino, perché è necessario che giri il mondo, che impari le lingue. Però dobbiamo essere bravi perché a questa generazione bisogna consentire di acquistare un biglietto di andata e ritorno».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400