Martedì 11 Dicembre 2018 | 07:22

GDM.TV

i più visti della sezione

Finanziaria - Le novità del maxiemendamento

Economia - Inflazione, euro, soldi Il Senato si appresta a licenziare una Finanziaria da oltre 35 miliardi di euro. Alla Camera approderà lunedì prossimo un testo ampiamente modificato nel corso dell'iter a Palazzo Madama. Le novità inserite nel maxiemendamento su cui è stata posta la fiducia, in larga parte ricalcano le norme approvate in Commissione Bilancio, poi decadute per l'impossibilità della Commissione di concludere il lavoro. In più ci sono molte misure concordate dal Governo e dalla maggioranza nelle riunioni della cabina di regia, oltre a qualche modifica dell'ultima ora aggiunta dall'Esecutivo nel maxiemendamento. Tra queste, la norma che anticipa la prescrizione dei reati contabili che ha sollevato molte critiche e che lo stesso premier, Romano Prodi, si è impegnato a rivedere al più presto.

Ecco le principali misure introdotte a Palazzo Madama, dall'anticipo della riforma della previdenza complementare all'introduzione delle Siiq, le società di investimenti immobiliari quotate in Borsa.

ANTICIPO RIFORMA TFR - Parte in anticipo la riforma della previdenza complementare: dal 1° gennaio 2007 sarà possibile trasferire il proprio Tfr ad un fondo pensione. In sostanza viene recepito in Finanziaria il decreto legge fatto decadere alla Camera e vengono anticipati gli adeguamenti degli statuti e dei regolamenti dei fondi pensione per allinearne l'entrata in vigore. Entro il 30 settembre di ogni anno, il ministero dell'Economia deve presentare al Parlamento una relazione sulla previdenza complementare.

IMPOSTA DI SUCCESSIONE - Cambia la tassa di successione reintrodotta dal decreto fiscale collegato. Le aziende familiari saranno esentate dalla tassa se saranno trasmesse a parenti fino al terzo grado, a condizione che gli eredi proseguano per almeno cinque anni dell'attività di impresa. Per fratelli e sorelle arriva una franchigia di 100mila euro, oltre la quale l'aliquota torna al 6%. Se l'erede è portatore di handicap grave, invece, la franchigia viene innalzata a 1,5 milioni. Per coniugi e figli è prevista una franchigia fino a un milione e l'aliquota del 4% sulla quota eccedente e costituzione di vincoli di destinazione.

ROTTAMAZIONE AUTO E MOTO - Cambiano le norme per incentivare la rottamazione delle auto inquinanti: contributo alla rottamazione della vecchia auto di 80 euro e bonus di 800 euro per l'acquisto di una vettura "Euro "' o "Euro5" con bollo gratis per due anni, che sale a 3 anni se la nuova macchina ha una cilindrata inferiore a 1.300 cc. Il tetto di cilindrata non vale per i mezzi acquistati dalle famiglie numerose con almeno sei componenti. Chi lascerà l'auto vecchia e non ne acquisterà una nuova avrà gratis l'abbonamento per l'autobus per un anno. In arrivo anche incentivi anche per la rottamazione di motocicli "Euro0" ed "Euro1", e per l'installazione di impianti Gpl e metano.

AUTO AZIENDALI - Nessun aumento del prelievo fiscale nel 2006 per i dipendenti che usufruiscono dell'auto aziendale come fringe benefit. Viene così modificata la norma introdotta nel decreto legge fiscale per compensare le maggiori uscite derivanti dalla sentenza della Corte di giustizia europea sulla deducibilità dell'Iva sulle auto aziendali. Viene cancellata la retroattività del prelievo, che si sarebbe applicato dal gennaio 2006, solo per quanto riguarda l'aumento a carico dei dipendenti.

SIIQ - Le Siiq approdano in Italia: società di investimento immobiliare quotate e Spa a tutti gli effetti, ma con notevoli vantaggi fiscali. Gli investitori, se persone fisiche, si vedranno applicata sui dividendi un'aliquota del 20%, come le altre rendite finanziarie, e la Spa non pagherà né Irap né Ires. L'aliquota scende al 15% nel caso di contratti di affitto di immobili ad uso abitativo. A partire dal giugno 2007 potranno optare per un regime speciale che le esenterà dalle imposte sul reddito purché almeno l'85% dell'utile derivante dall'attività di locazione immobiliare sia stato distribuito ai soci sotto forma di dividendo.

FUSIONI AGEVOLATE PER IMPRESE - Agevolazioni fiscali per fusioni, scissioni e aggregazioni tra imprese. Gli sgravi, attraverso un tetto alle operazioni agevolate di 5 milioni, faciliteranno in particolare le piccole e medie imprese. L'agevolazione prevede, in caso di fusioni e scissioni, il riconoscimento fiscale dei maggiori valori iscritti a titolo di avviamento e di beni strumentali materiali e immateriali per effetto dell'imputazione del disavanzo da concambio entro un limite di 5 milioni. Analogo sgravio è previsto per le operazioni di conferimento d'azienda.

STUDI DI SETTORE - Stop agli automatismi negli accertamenti sugli studi di settore. La contestazione automatica di maggiori imposte sulla base degli studi di settore scatterà solo se la presunta evasione da parte di artigiani, commercianti e professionisti sia superiore a 50mila euro o se questi dichiareranno un importo inferiore al 40% dello studio di settore.

FS - Per la prosecuzione degli interventi relativi al Sistema "Alta Velocità/Alta Capacità" della linea Torino-Milano-Napoli è autorizzata la spesa complessiva di 8,1 mld nel periodo 2007-2021. Lo Stato si accolla come debito i prestiti assunti da Ispa fino al 31 dicembre 2005 per il finanziamento del progetto Alta velocità. Inoltre, viene istituito un nuovo fondo per contribuire al finanziamento di investimenti in infrastrutture ferroviarie. Al fondo confluiscono, previo versamento all'entrata del bilancio dello Stato, gli introiti derivanti da ulteriori sovrapprezzi sui pedaggi autostradali in alcune tratte.

TRUST - I "trust", le gestioni fiduciarie utilizzate prevalentemente per realizzare la successione di imprese, non saranno più esentasse, ma diventano soggetti sottoposti a tassazione e saranno equiparati alle società.

AUTOSTRADE - Ritocchi alle norme sulle concessioni autostradali introdotte nell'ex articolo 12 del decreto fiscale collegato. C'è il riferimento esplicito, ma "eventuale", al riconoscimento al concessionario del 'diritto di indennizzò in caso di estinzione del rapporto concessorio.

EDITORIA - Arrivano 37,4 milioni di euro a compensazione dei tagli operati dalla legge Visco-Bersani. Entro giugno 2007 il Governo varerà la riforma del settore, privilegiando i piccoli editori e il no-profit.

NUOVA SVILUPPO ITALIA - Sviluppo Italia cambia pelle e nome. Diventa "Agenzia nazionale per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa Spa". Entro il 30 giugno 2007 il numero delle società controllate dovrà essere ridotto a tre. A gennaio decadrà il cda e i nuovi membri saranno ridotti a tre.

TETTO STIPENDI MANAGER E DIRIGENTI PUBBLICI - Tetto di 500mila euro per gli stipendi dei manager delle società pubbliche, che può arrivare anche a 750 mila euro al raggiungimento degli obiettivi. Anche gli stipendi dei dirigenti pubblici non potranno superare un tetto che è stato fissato nella retribuzione annuale del primo presidente della Corte di cassazione 247mila euro.

CONTRIBUTI ENERGIA CIP6 - Lieve stretta ai contributi statali Cip6 per i produttori di energia elettrica da fonti rinnovabili e assimilate. Saranno esclusi in futuro gli stabilimenti produttori di energia da fonti assimilate alle rinnovabili. Vengono però fatti salvi i contributi concessi agli impianti già autorizzati e in via di realizzazione al 31 dicembre 2006. I contributi Cip6 rappresentano una voce presente nelle bollette dell'energia elettrica.

ANTI-DEFAULT COMUNI - Arriva la norma salva-Comuni, per evitare l'insolvenza degli enti locali. Ideata per far fronte all'emergenza del comune di Taranto, la norma prevede che «non compete all'organo straordinario di liquidazione l'amministrazione dei residui attivi e passivi relativi ai fondi a gestione vincolata, ai mutui passivi già attivati per investimenti, compreso il pagamento delle relative spese, nonché l'amministrazione dei debiti assistiti dalla garanzia della delegazione di pagamento».

CANONE CONCESSIONARIE AUTOSTRADALI - Dal 1° gennaio prossimo il canone annuo che le concessionarie autostradali dovranno pagare all'Anas sale al 2,4% dei proventi netti dei pedaggi. Il testo iniziale lo aumentava dall'1% al 2%. Previsti maggiori introiti complessivi per 96 milioni. Aumenta il canone anche per le società di gestione aeroportuale.

SOCIETÀ DI COMODO - Stretta più lieve per le società di comodo. Per le società non operative in caso di possesso di immobili, per verificarne l'operatività, i ricavi minimi devono raggiungere il 4% e non più il 6 per cento. Il reddito minimo della società, una volta dichiarata non operativa, scende dal 4,75% al 3% sul valore degli immobili a destinazione abitativa acquisiti o rivalutati negli ultimi tre esercizi.

PRECARI P.A. - Arriva un Fondo per la stabilizzazione dei precari della pubblica amministrazione, con dotazione iniziale di 5 milioni, alimentato con i risparmi sugli interessi del debito pubblico derivanti dalla riduzione del debito grazie all'utilizzo dei "conti dormienti" e agli extra dividendi delle società partecipate dallo Stato. È vietato alle Amministrazioni che utilizzano il Fondo di assumere nei prossimi cinque anni personale precario.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive

 
Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

 
Il post partita di Cornacchini e Neglia

Il post partita di Cornacchini e Neglia

 
Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

 
Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie

Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie

 
Lorem video dolor sit amet, consectetur

Lorem video dolor sit amet, consectetur

 
Treni, la partenza del primo Frecciarossa per Torino: ma in Puglia andrà «lento»

Treni, parte il primo Frecciarossa per Torino: ma in Puglia andrà «lento»

 
Portici-Bari, i tre gol biancorossi

Portici-Bari, i tre gol biancorossi

 
Corinaldo, la fuga e il crollo della balaustra che ha schiacciato i ragazzi in discoteca

La fuga e il crollo della balaustra che schiaccia i ragazzi in discoteca