Lunedì 17 Dicembre 2018 | 20:56

GDM.TV

i più visti della sezione

Inchiesta Potenza - Il ministro della Giustizia, Clemente Mastella, dispone accertamenti sulla possibilità di violazione del segreto istruttorio. Procura di Potenza: ampia collaborazione agli ispettori ministeriali

ROMA - Il ministro della Giustizia, Clemente Mastella, ha disposto accertamenti sulla concreta possibilità che una grave violazione del segreto istruttorio sia all'origine della reiterata pubblicazione di articoli di stampa in cui si fa esplicito riferimento non solo al contenuto di atti ma anche alle specifiche attività investigative nel procedimento penale che sarebbe pendente presso la Procura di Potenza e che riguarderebbe anche persone del mondo dello spettacolo. Il Guardasigilli ha, quindi, delegato il capo dell'Ispettorato del ministero di verificare se vi siano state o meno condotte negligenti da parte del personale dell'Amministrazione della Giustizia che abbiano favorito, in modo del tutto indebito e in violazione delle norme sulla privacy, la propalazione di tali notizie. Il ministro, chiede inoltre, al Parlamento di approvare nel più breve tempo possibile il disegno di legge sulle intercettazioni, in modo da porre fine ad una prassi grave e lesiva dei diritti fondamentali della persona che contrasta con qualsiasi valore costituzionalmente corretto e che nulla ha a che fare con lo strumento investigativo delle intercettazioni utilizzato a fini di giustizia.
Pronta la replica dalla Procura di Potenza che garantisce darà «la più ampia collaborazione» agli ispettori del Ministero della Giustizia incaricati di verificare, nell'ambito della cosiddetta «inchiesta vip», eventuali violazioni del segreto istruttorio. Lo ha detto, il Procuratore della Repubblica, Giuseppe Galante.
«La procura di Potenza - ha spiegato - offrirà, come al solito, tutte le spiegazioni che verranno richieste dal Ministero, essendo essa stessa interessata a conoscere i responsabili di eventuali violazioni del segreto istruttorio che danneggiano, soprattutto, le attività investigativa in svolgimento».
«Posso, peraltro, già da ora e nella maniera più tassativa - ha concluso il procuratore Galante - escludere che vi siano state responsabilità del mio ufficio in ordine alla illecita diffusione di notizie dell'inchiesta».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Gazzetta, la Procura di Catania a settembre: faremo l'impossibile per occupazione e rilancio

Gazzetta, la Procura di Catania a settembre: faremo l'impossibile per occupazione e rilancio

 
Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

 
pranzo

pranzo

 
Inaugura il Villaggio di Babbo Natale: luci, musica e file di un'ora per incontrarlo

Luci, musica e lunghe file per incontrare Babbo Natale: inaugurato il Villaggio

 
"Cane Secco" si lancia col paracadutelo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

"Cane Secco" si lancia col paracadute
lo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

 
Afghanistan, il ministro Trentaporta il saluto di tutto il Paese

Afghanistan, il ministro Trenta
porta il saluto di tutto il Paese

 
Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolosul set dello sceneggiato "I due soldati"

Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolo
sul set dello sceneggiato "I due soldati"

 
Afghanistan, le immagini del ministro Trentain occasione del saluto della Brigata Pinerolo

Afghanistan, le immagini del ministro Trenta
in occasione del saluto della Brigata Pinerolo

 
Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

 
Rotonda - Bari:  il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Rotonda - Bari: il punto con La Voce Biancorossa Rivedi la diretta

 
Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri