Martedì 11 Dicembre 2018 | 08:21

GDM.TV

i più visti della sezione

Calcio - I vertici del Lecce contro la Juventus

Zdenek Zeman MILANO - «Zeman è una persona giusta e perbene. Rispetto a quello che è successo a Torino noi siamo assolutamente solidali con il nostro allenatore e non capiamo come mai non siano state sufficientemente stigmatizzate e punite certi situazioni messe in atto dalla tifoseria della Juventus». È proprio arrabbiato il presidente del Lecce Mario Moroni che non ha gradito la decisione del giudice sportivo Giampaolo Tosel di dichiarare «non sanzionabile» la Juventus in quanto avrebbe provveduto a far rimuovere striscioni di contenuto ingiurioso nei confronti dell'allenatore del Lecce.
«Così come non abbiamo apprezzato le dichiarazioni di Agricola - ha aggiunto Moroni - che è andato a sfottere Zeman dopo aver vinto 4-1. Ma d'altro canto mi pare che anche Lapo Elkann lo abbia sottolineato, prendendo anche le distanze dal suo medico sociale».
Moroni comunque conferma che non è mai stata in dubbio la fiducia della società nei confronti del tecnico boemo.
«La squadra - ha aggiunto Moroni - deve ancora esprimere il gioco che Zeman desidera che ci sia. È un problema soltanto di rodare certi meccanismi, ma verrà il bel tempo».
E sulla polemica scatenata da Zeman sul presunto coinvolgimento nella Gea di Roberto Mancini, il presidente della società salentina non intende prendere posizione. «Io non so a cosa si riferisca, non conosco questa polemica. So solo che Zeman porta avanti delle istanze di giustizia e di equilibrio. Quindi ci spetteremmo che quando viene insultato per una partita intera come è successo a Torino fosse trattato alla stessa stregua di come è stato trattato un allenatore come Capello, oppure come Lippi quando sono stati contestati. Far finta di niente non si può accettare in quanto si creano precedenti pericolosi».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive

 
Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

 
Il post partita di Cornacchini e Neglia

Il post partita di Cornacchini e Neglia

 
Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

 
Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie

Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie

 
Lorem video dolor sit amet, consectetur

Lorem video dolor sit amet, consectetur

 
Treni, la partenza del primo Frecciarossa per Torino: ma in Puglia andrà «lento»

Treni, parte il primo Frecciarossa per Torino: ma in Puglia andrà «lento»

 
Portici-Bari, i tre gol biancorossi

Portici-Bari, i tre gol biancorossi

 
Corinaldo, la fuga e il crollo della balaustra che ha schiacciato i ragazzi in discoteca

La fuga e il crollo della balaustra che schiaccia i ragazzi in discoteca