Sabato 15 Dicembre 2018 | 21:11

GDM.TV

Napoli / Emergenza criminalità - Niente esercito, arrivano mille poliziotti in più

ministro Interno, Giuliano Amato ROMA - «L'esercito più che la soluzione è lo specchio del problema. Noi vogliamo una inversione di rotta vera: perciò, per la prima volta, si è deciso di puntare tutto su interventi permanenti e non temporanei».
Il ministro dell'Interno, Giuliano Amato, ha così presentato il piano per la sicurezza dell'area napoletana predisposto dal Viminale.
Ha aggiunto che «tra gli interventi non temporanei dovrà esserci anche un impegno nuovo sul piano dello sviluppo economico e sociale della città». Servono «interventi strutturali necessari a riportare a Napoli un livello adeguato di sicurezza. Interventi strutturali, non ennesime misure tampone».
A giudizio di Amato, «va rivisto radicalmente e con strumenti permanenti il modo in cui viene difesa la sicurezza dei cittadini». Saranno impiegati «circa mille uomini in più, tra agenti recuperati da compiti amministrativi e forze nuove, destinati al controllo del territorio strada per strada, ci saranno più mezzi, a cominciare dalle motociclette per presidiare con rapidità i vicoli della città».

E, ancora, «ci sarà un più stretto coordinamento tra Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza per non lasciare porzioni di città scoperte, dal porto ai comuni della provincia. Ci sarà - aggiunge Amato - un sistema di videosorveglianza per monitorare il territorio 24 ore su 24, ci sarà il ricorso alle risorse dell'intelligence, fondamentali per prevenire i crimini».

«E ci sarà anche - prosegue Amato - la Cittadella della Polizia, un progetto cui tengo molto, perché permetterà alle Forze dell'ordine di lavorare meglio, ma soprattutto segnerà anche simbolicamente la riconquista da parte delle Stato di una vasta zona al centro della città. Sono misure serie, meditate e, soprattutto, strutturali».
«E tra gli interventi non temporanei - prosegue il responsabile del Viminale - dovrà esserci anche un impegno nuovo sul piano dello sviluppo economico e sociale della città. Da Ministro dell'Interno ho il compito di assicurare subito il massimo della sicurezza possibile. È quello che faremo con il Piano per Napoli Sicura. Ma da esponente di questo Governo lavorerò perché si volti pagina anche sul decisivo fronte dello sviluppo, perché so quanto questo sia importante».

«Le brillanti operazioni della Polizia di Stato e dei Carabinieri di queste ore sono un'importante risposta alla criminalità. È il segno che le Forze dell'ordine sono determinate a non arretrare di fronte all'offensiva criminale che purtroppo è proseguita ancora oggi con un nuovo omicidio. Ora - rileva Amato - tocca a noi adottare quegli interventi strutturali necessari a riportare a Napoli un livello adeguato di sicurezza. Interventi strutturali, non ennesime misure tampone».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

 
Rotonda - Bari:  il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Rotonda - Bari: il punto con La Voce Biancorossa Rivedi la diretta

 
Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

 
Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini