Domenica 16 Dicembre 2018 | 14:24

GDM.TV

Michael Schumacher super «tecnico» in Ferrari

MONZA - «Jean Todt amministratore delegato della Ferrari è un grande riconoscimento per il lavoro che ha svolto in questi anni alla Ferrari, significa essere responsabile di tutta l'azienda. E Michael, di fatto, farà un po' il super assistente di Todt». Lo ha affermato Luca Cordero di Montezemolo parlando del futuro assetto della Ferrari durante la conferenza stampa che si è da poco conclusa a Monza durante il 'Ferrari Day'.

TODT: SCHUMI SARA' INTERFACCIA IMPORTANTE PER FUTURO FERRARI
«Michael ha deciso di chiudere con la Formula Uno per godersi di più la sua vita. Abbiamo rispettato sempre lui nella sua carriera di pilota e lo faremo ancora di più ora. Michael è affezionato alla Ferrari e la Ferrari a lui. E' uno dei più grandi piloti della storia della F1, ha una conoscenza unica delle cose e cercheremo di sfruttare al meglio le sue conoscenze per le scelte strategiche, sportive e tecniche. Sarà molto vicino a noi, anche se non avrà alcun obbligo di presenza in officina o sui circuiti, ma sarà una interfaccia importante per il futuro della Ferrari». Il neo amministratore delegato della Ferrari, Jean Todt, ha spiegato con queste parole, durante la conferenza stampa del 'Ferrari day', il ruolo futuro di Michael Schumacher in Ferrari dopo la decisione del pilota tedesco di ritirarsi dalle gare.
«Michael è sempre stato interessato a seguire i giovani piloti. Mi ricordo quando mi parlava di Felipe Massa, quando era ancora nelle discipline inferiori, ricordo quando mi parlava anche di Kimi Raikkonen. Ha un occhio unico e anche questo sarà importante, per seguire i piloti del futuro e quelli attuali».

SCHUMACHER: MI PRENDERO' UN PERIODO DI PAUSA
«Cosa voglio fare in futuro? Domanda interessante, non lo so ancora di preciso, ma ora non voglio ancora definire il mio ruolo all'interno della Ferrari. Mi prenderò un periodo di pausa nei prossimi mesi e poi mi sarà più chiaro cosa fare. La Ferrari mi ha lasciato libero di decidere e mi ha dato il tempo che voglio per prepararmi a quello che sarà il mio nuovo ruolo.
I campi sono molti e ci sarà tempo per decidere». Michael Schumacher non è entrato nel merito di quello che sarà il suo ruolo in Ferrari.
Il pilota tedesco vuole prendersi un periodo di stop per avere il tempo di riflettere.
«Gli ultimi anni sono stati molto intensi, tutto è stato sempre preparato nei minimi dettagli e forse adesso è arrivato il momento di fare una vita un po' diversa. Fino ad ora la mia vita non è ancora cambiata molto, il lavoro è stato sempre uguale, la routine sempre la stessa, ma le cose cambieranno a dicembre perchè invece di iniziare la preparazione come al solito me la potrò prendere con più calma e prenderò coscienza che non sono più un pilota in attività».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

 
Rotonda - Bari:  il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Rotonda - Bari: il punto con La Voce Biancorossa Rivedi la diretta

 
Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

 
Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini