Domenica 16 Dicembre 2018 | 21:44

GDM.TV

Brindisi - Ma il sindaco Mennitti protesta: «Questa manifestazione è stata strumentalizzata»

Brindisi - Il sindaco Domenico Mennitti BRINDISI - «Non parteciperò più a manifestazioni che si prestino a strumentalizzazioni di parte: io manifesto contro il rigassificatore, ritenendo di interpretare la volontà della grande maggioranza dei cittadini di Brindisi, non mi presto alla speculazione politica di nessuno». Lo ha detto in serata il sindaco di Brindisi, Domenico Mennitti, in polemica con gli organizzatori della manifestazione che si è svolta in città perché hanno consentito un intervento dal palco di un esponente del governo, il sottosegretario Laura Marchetti.
«Avevamo realizzato su questo tema una felice collaborazione fra le istituzioni - ha detto - e siamo riusciti a rovinare un autentico valore con un gesto sconsiderato e fazioso». «Nella mattinata - ha precisato - sono stato informato dagli organizzatori dei movimenti ambientalisti che avrebbero partecipato al corteo i sottosegretari Gaglione e Marchetti e che questi avrebbero gradito prendere la parola nella fase finale». «Ho dichiarato che ritenevo inopportuno l'intervento di membri del governo, atteso che proprio nei confronti delle inadempienze di questo il corteo intendeva esprimere una fondata protesta». «Ogni persona che svolge un ruolo istituzionale - afferma Mennitti - ha la sede nella quale esprimersi, per cui o i membri del governo erano in grado di riferire notizie ufficiali sull'argomento o l'intervento non avrebbe avuto senso. Avremmo apprezzato la partecipazione, sperando che avessero riferito ai rispettivi ministri lo stato delle cose».
«Ho riferito questa posizione anche al presidente della Provincia Errico - afferma ancora - che ha dichiarato di condividerla». «È invece accaduto - riferisce Mennitti - che gli organizzatori abbiano concesso all'unico sottosegretario poi effettivamente intervenuto, la signora Marchetti, di intervenire a chiusura della manifestazione per esprimere posizioni personali».
«Non comprendo perché - ha concluso Mennitti - si sia risposto negativamente ad un sottosegretario e positivamente ad un altro; non comprendo perché si debba essere polemici e diffidenti nei confronti dei parlamentari di Brindisi e disponibili nei confronti di altri». «Dopo alcune manifestazioni corrette e rappresentative della volontà dei cittadini - afferma - ci si è fatti sopraffare dalla strumentalizzazione politica».
«Chi lo ritiene può organizzare manifestazioni e sostenere quel che vuole: quando si realizzano iniziative unitarie e con il patrocinio delle istituzioni è necessario rispettare regole di equilibrio». «Abbiamo fatto saltare una delicata intesa istituzionale. Per questo siamo deboli - conclude nella nota Mennitti - e tutti pensano di poter fare a Brindisi e di Brindisi quel che vogliono. Certi fenomeni caratterizzano un territorio ed una società non a caso».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

 
Rotonda - Bari:  il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Rotonda - Bari: il punto con La Voce Biancorossa Rivedi la diretta

 
Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

 
Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia