Martedì 11 Dicembre 2018 | 12:28

GDM.TV

i più visti della sezione

In Italia si produce un terzo della pasta del mondo

pasta, alimentazioneROMA - Un terzo della produzione mondiale di pasta si produce in Italia dove è obbligatorio l'uso esclusivo di grano duro. L'industria della pastificazione è prima nel mondo per produzione, potenzialità produttiva installata, consumo nazionale, consumo pro-capite e export. Numeri di successo del Made in Italy ma anche d'immagine perchè la pasta italiana è considerata la migliore al mondo, grazie alla sapiente scelta della materia prima. E' questo il quadro delineato dal presidente dell'Unione Industriali Pastai italiani (Unipi) Mario Rummo sul successo di mercato della pasta Made in Italy, al convegno sulle «Indicazioni geografiche: l'Europa apre le porte al mondo», promosso dal Consorzio del Parmigiano Reggiano, alla vigilia della Giornata mondiale della Pasta.
«La tradizione degli industriali pastai italiani - ha sottolineato Rummo - apporta un importante e determinante valore aggiunto alla materia prima, il grano duro, grazie ad un processo di trasformazione consolidato che ha consentito al prodotto finito di ottenere un successo ed una diffusione mondiale. I pastai, come i produttori di Parmigiano Reggiano, sanno come è difficile fare qualità con un solo ingrediente. E' per questo - ha continuato il presidente Unipi - che va promossa la ricetta italiana della pasta che ha dimostrato un sapiente know-how nella scelta di una specifica miscela di semole, per il 30% di provenienza estera. Industria italiana che non si è adeguata alla variabilità di una solo origine ma ha ricercato i migliori risultati tecnologici mediante opportune miscele di grani duri pregiati che consentono ricchezza del numero dei formati e dei tipi di pasta offerta».
Anche il prezzo contribuisce ad assicura un futuro certo alla pasta: «Una tazzina di caffè - ha ricordato Rummo - costa quanto mezzo chilo di pasta e questo ha contribuisce a rendere la pasta sempre attuale. Soprattutto quella nazionale grazie a produttori talmente bravi a creare un'immagine forte della pasta alimentare da diffondere l'idea di uno stretto legame tra il prodotto e l'area geografica, sviluppando a livello nazionale la stessa funzione che i prodotti con Dop svolgono per le aree geografiche di provenienza».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

 
Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive

 
Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

 
Il post partita di Cornacchini e Neglia

Il post partita di Cornacchini e Neglia

 
Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

 
Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie

Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie

 
Lorem video dolor sit amet, consectetur

Lorem video dolor sit amet, consectetur

 
Treni, la partenza del primo Frecciarossa per Torino: ma in Puglia andrà «lento»

Treni, parte il primo Frecciarossa per Torino: ma in Puglia andrà «lento»

 
Portici-Bari, i tre gol biancorossi

Portici-Bari, i tre gol biancorossi