Giovedì 13 Dicembre 2018 | 17:44

GDM.TV

Parla la compagna Silvia: ma che spia, Gabriele è uno che aiuta la gente

VIENNA - Un'assurdità le accuse di spionaggio, Gabriele Torsello è uno che aiuta la gente e che si è sempre battuto per i diritti umani: a parlare è la compagna del reporter italiano rapito in Afghanistan, Silvia Heinrich, che abitualmente vive con lui e il loro figlio a Londra, ma ora si è trasferita a casa dei genitori austriaci in Tirolo.
Raggiunta al telefono, Silvia (di 34 anni) - voce fragile da bambina, e di estrema gentilezza - dice di avere parlato l'ultima volta con Gabriele «due settimane fa». Le aveva detto di «stare bene» e che «voleva rientrare il 10 novembre». Le aveva telefonato dal sud dell'Afghanistan. Sabato scorso Silvia ha avuto la notizia del suo rapimento: a riferirgliela sono stati i genitori di lui, che vivono in Puglia, che erano stati a loro volta informati dalle autorità.
«Non ero sul posto per cui non posso farmi un'idea della situazione, so solo ovviamente - ha detto - che al sud ci sono problemi, è pericoloso». Ma Gabriele «conosce bene il paese e anche il posto, si era preparato» per il viaggio.

Il reporter italiano, di 36 anni, è stato prelevato giovedì scorso da cinque uomini armati mentre viaggiava su un pullaman fra la capitale della provincia di Helmand e la capitale della vicina provincia di Kandahar, nel sud del paese. Era in viaggio come freelance «ma credo che fosse stato ingaggiato da diversi giornali e si era messo d'accordo con alcuni media per un reportage o un documentario su un tema». Conosce l'Afghanistan, c'è andato anche lo scorso anno, da 14 anni viaggia in zone di guerra ed «è in grado di capire la situazione del posto e sa come muoversi in paesi dove c'è la guerra».
Silvia Heinrich respinge fermamente l'accusa ventilata di spionaggio: «si è sempre battuto per la gente, ha scritto un libro sul conflitto sul Kashmir e ha partecipato a progetto dell'Onu in difesa dei diritti umani». Sono accuse «completamente assurde», «conosco Gabriele da 14 anni, sono accuse incomprensibili, non hanno alcun fondamento», ha detto.
La compagna di Torsello, che da circa nove anni vive con lui e il figlio Gabriele, di quattro anni, a Londra, dice anche che non le è arrivata finora nessuna richiesta legata a un eventuale rilascio del reporter: «a me non è arrivata direttamente nessuna richiesta ma non penso sia giunta nemmeno ai suoi genitori», ha dichiarato.

I genitori di lui, pugliesi come lui, vivono vicino Santa Maria di Leuca, a Alessano, in provincia di Lecce, e si tengono in continuo contatto con Silvia. Anche per questo la compagna ha detto di non volere fare per ora nessun appello pubblico per Gabriele perchè vuole che siano prima i genitori a decidere. Adesso si trova con il bambino dai suoi genitori a Reutte, in Tirolo, vicino al confine con la Baviera. Il piccolo Gabriele lancia peraltro oggi dalle pagine del quotidiano di Innsbruck 'Tiroler Tageszeitung' un appello per la liberazione del padre: «per favore liberate mio papa». Sullo stesso quotidiano la madre Silvia respinge l'accusa di spionaggio: «Gabriele è un reporter anima e corpo e vuole sempre dare voce alla gente che vive nelle zone del mondo dove ci sono guerre e carestie». Di tasca sua, aggiunge, «ha anche fatto operare a Kabul una bambina che aveva un enorme tumore in volto, lui l'ha voluta aiutare».
Padre e figlio sono peraltro legati da un vincolo speciale oltre che quello di sangue: Gabriele senior e junior sono nati nello stesso giorno dell'anno: il 12 agosto del 2002 il piccolo, il 12 agosto del 1970 il padre.
Flaminia Bussotti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi  
Sindaco: «Indagheremo»

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori