Sabato 16 Gennaio 2021 | 13:05

Il Biancorosso

l'evento
Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno a tutti i nostri tifosi

Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno ai nostri tifosi»

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

Materala ripresa
Matera, dal 18 gennaio riaprono i musei «Ridola» e quello di Palazzo Lanfranchi

Matera, dal 18 gennaio riaprono i musei «Ridola» e di Palazzo Lanfranchi

 
Newsweekla speranza
Xylella e tecnologia: il batterio sfidato dalle nanocapsule hi-tech

Xylella e tecnologia: il batterio sfidato dalle nanocapsule hi-tech

 
Baristalking
Santeramo, perseguita la ex e le incendia auto: arrestato 40enne

Santeramo, perseguita la ex e le incendia auto: arrestato 40enne

 
Brindisiindagini dei CC
Oria, vendono assicurazione online ma è una truffa: denunciati tre campani

Oria, vendono assicurazione online ma è una truffa: denunciati tre campani

 
PotenzaL'emergenza
Basilicata, abbattimento cinghiali: sì al piano regionale. Si potranno eliminare 5.600 esemplari

Basilicata, abbattimento cinghiali: sì al piano regionale. Si potranno eliminare 5.600 esemplari

 
Foggiaemergenza coronavirus
San Nicandro Garganico, muore sindaco medico per Covid: virus contratto forse da un paziente

San Nicandro Garganico, muore sindaco medico per Covid: virus contratto forse da un paziente

 
TarantoIl processo
Taranto, bimbo morto di tumore: indagati 9 dirigenti ex Ilva

Taranto, bimbo morto di tumore: indagati 9 dirigenti ex Ilva

 
Batemergenza Covid
Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

 

i più letti

Dai falchi al «percorso salute»

BARI - Un gioiello di architettura botanica, un percorso ginnico all'interno del parco, il reimpianto di ulivi secolari nell'area verde, l'arte antica della falconeria al servizio della sicurezza aerea, un impianto in costruzione per la produzione di energia rinnovabile. E' la descrizione non di un centro benessere ma di quel che si trova nell'Aeroporto Karol Wojtyla di Bari-Palese: una grande infrastruttura realizzata facendo attenzione all'impatto ambientale.
Inaugurato il 31 marzo 2005, l'Aeroporto è un esempio di come realizzare infrastrutture facendo attenzione al paesaggio, alla salvaguardia delle specie vegetali tipiche del territorio, all'inquinamento acustico, al risparmio energetico. Il viale di accesso dell' aeroporto è stato 'arredatò con una lunga fila di palme a ventaglio, dal fusto snello e alto, che ne ritagliano il percorso definito da siepi di oleandro, specie caratteristica dell' area mediterranea. Piante, sempre prevalentemente mediterranee, tappezzanti, fruticose e cespugliose di bassa taglia, accompagnano il succedersi delle palme fino ad una rotonda tappezzata da un prato da cui si accede ad un' ampia area verde che occupa una collina dove sono state impiantate numerosi tipi di piante. Qui, tra profumi di piante aromatiche, è stato anche realizzato un percorso della salute.
Una pista per la corsa e una serie di piazzole destinate all'esecuzione di esercizi a corpo libero e con l'ausilio di attrezzi sportivi sono state pensate e realizzate proprio allo scopo di rendere l'Aeroporto un luogo al servizio della comunità. E poi ci sono Harris, Girfalco, Falco Sacro: sono alcuni dei nomi dei falchi addestrati a cui è affidato un compito particolarmente delicato per la sicurezza aerea, quello di allontanare i volatili dalle piste di volo e dalle aree di manovra degli aeromobili. L' Aeroporto di Bari-Palese ha deciso di utilizzare questo metodo anche perchè permette di ristabilire un miglior equilibrio biologico perchè l' azione di disturbo creata dalla presenza di un falco a volo libero sul sedime aeroportuale provoca, senza danno, l'allontanamento di tutti i volatili presenti ed assicura, di conseguenza, più elevati standard di sicurezza. Il servizio è operativo dall'alba al tramonto.
Infine, anticipando quello che fra qualche anno sarà l'indirizzo più comune nella scelta dell'approvvigionamento di energia di molte attività umane, la società di gestione del sistema aeroportuale pugliese ha dato il via al progetto per la costruzione di un impianto destinato alla produzione di energia rinnovabile a servizio dell'aeroporto di Bari e di Brindisi. Gli impianti fotovoltaici (per un totale di 500 Kw/ore) sfruttando l'irraggiamento solare produrranno direttamente energia elettrica che sarà quindi immessa nelle reti a servizio dei due aeroporti. A Bari si stima che la produzione del nuovo impianto contribuirà per circa il 30-40% al fabbisogno dell'aeroporto, con vantaggi sia sul piano economico sia sul piano dell'abbattimento dell'impatto ambientale. Secondo la società Aeroporti di Puglia, alla fine dei 20 anni di ammortamento calcolati, l'investimento avrà prodotto un utile di 6.000.000 di euro e eviterà di immettere nell'atmosfera 515 tonnellate di anidride carbonica, evitando il consumo di circa 200 tonnellate di olio combustibile.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400