Mercoledì 19 Dicembre 2018 | 14:12

GDM.TV

i più visti della sezione

Mesimex - L'eruzione del Vesuvio e i rischi

Il sito internet del Dipartimento della Protezione civile (www.protezionecivile.it) spiega - nell'ambito dell'esercitazione «Mesimex» - quale scenario è associato ed una «eruzione sub-pliniana».
Tre sono le fasi eruttive e, in virtù dei rischi ad esse collegate, altrettante sono le aree in cui è stato suddiviso il territorio vesuviano: «zona rossa», «zona gialla» e «zona blu».
ZONA GIALLA
«Nella fase iniziale dell'eruzione - scrive la Protezione civile - una colonna eruttiva sostenuta composta di gas e frammenti piroclastici, alta 15-20 Km, determina il depositarsi a terra di pomice, lapilli e cenere trasportate dal vento. Il rischio è correlato alla densità e al carico esercitato dalla coltre piroclastica che può comportare un sovraccarico eccessivo sui tetti degli edifici determinandone il crollo. Ulteriori rischi sono connessi alle difficoltà di respirazione dovute all'elevata concentrazione di sottili particelle nell'aria, alla contaminazione delle colture e dell'acqua, alle difficoltà di utilizzare vie di fuga e agli ingorghi stradali».
ZONA ROSSA
«Nella fase successiva, la colonna eruttiva collassa, generando colate piroclastiche con nuvole di gas e particelle sospese, che possono raggiungere velocità di 100 km/h, e possono avere un enorme potere distruttivo. I modelli fisico-numerici indicano che dall'avvenuto collasso della colonna eruttiva, la colata piroclastica per raggiungere il mare impiegherà dai 5 ai 10 minuti distruggendo tutto ciò che incontra».
ZONA BLU
«Il rischio della terza fase - si legge su protezionecivile.it - è correlato al generarsi di colate di fango ("lahars") durante e dopo l'eruzione. Si tratta di colate di detriti molto rapide e dense generate dalla pioggia che trascina il materiale piroclastico depositatosi lungo le ripide pendici del vulcano e dei rilievi Appenninici situati sottovento. Questi "lahars" hanno immenso potere distruttivo e ciò comporta la necessità di evacuare la popolazione presente nelle zone esposte a tale rischio».
m.i.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Raf e Umberto Tozzi si raccontano: segui la diretta

Raf e Umberto Tozzi, la strana coppia si racconta alla Gazzetta Rivedi la diretta

 
"Grazie per quello che fate e che avete fatto"Gli auguri di Rosso  capo di stato Maggiore

"Grazie per quello che fate e che avete fatto"
Gli auguri di Rosso capo di stato Maggiore

 
Frecce tricolori, parla il nuovo comandante Farina: «Essere pugliese per me è un orgoglio»

Frecce tricolori, parla il nuovo comandante Farina: «Essere pugliese? Un orgoglio»

 
Gazzetta, la Procura di Catania a settembre: faremo l'impossibile per occupazione e rilancio

Gazzetta, la Procura di Catania a settembre: faremo l'impossibile per occupazione e rilancio

 
Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

 
pranzo

pranzo

 
Inaugura il Villaggio di Babbo Natale: luci, musica e file di un'ora per incontrarlo

Luci, musica e lunghe file per incontrare Babbo Natale: inaugurato il Villaggio

 
"Cane Secco" si lancia col paracadutelo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

"Cane Secco" si lancia col paracadute
lo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

 
Afghanistan, il ministro Trentaporta il saluto di tutto il Paese

Afghanistan, il ministro Trenta
porta il saluto di tutto il Paese

 
Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolosul set dello sceneggiato "I due soldati"

Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolo
sul set dello sceneggiato "I due soldati"

 
Afghanistan, le immagini del ministro Trentain occasione del saluto della Brigata Pinerolo

Afghanistan, le immagini del ministro Trenta
in occasione del saluto della Brigata Pinerolo