Lunedì 25 Gennaio 2021 | 01:00

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, al San Nicola i biancorossi affondano il Francavilla con un secco 4-1

Bari calcio, al San Nicola i biancorossi affondano il Francavilla con un secco 4-1

 

NEWS DALLE PROVINCE

Covid news h 24Emergenza contagi
Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

 
Foggiala tragedia
San Severo, carambola tra auto sulla Sp 109: due le persone morte

San Severo, carambola tra auto sulla Sp 109: il bilancio è di due morti

 
Leccela polemica
Lecce, melodia tipica salentina usata per canzone che inneggia a malavitosi: «La musica è cosa seria»

Lecce, melodia tipica salentina usata per canzone che inneggia a malavitosi: «La musica è cosa seria»

 
MateraIl mistero
Rotondella, omicidio ingegnere: eseguita autopsia. L'amico ferito è in coma

Rotondella, omicidio ingegnere: eseguita autopsia. L'amico ferito è in coma

 
Batviabilità
Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

 
Baricontagi coronavirus
Emergenza Covid, 12 positivi su 3.533 test compiuti in scuole del Barese

Emergenza Covid, 12 positivi su 3.533 test compiuti in scuole del Barese

 
Potenza«silver economy»
Crisi economica da pandemia: la Basilicata fa leva sui pensionati

Crisi economica da pandemia: la Basilicata fa leva sui pensionati

 

i più letti

Alcune delle direttive previste nel decreto fiscale

NEGOZIO CHIUSO ANCHE PER VIOLAZIONE DI UNO SCONTRINO
Rischio chiusura del negozio anche con una sola violazione nell' emissione di scontrini fiscali. La norma, che scatta da subito, è prevista nel decreto fiscale che accompagna la finanziaria e che prevede un giro di vite sugli scontrini: le sanzioni rivolte a quegli operatori che non li emettono scattano dopo l'accertamento anche di una sola violazione dell'obbligo di emettere la ricevuta o lo scontrino fiscale.
Precedentemente la sanzione, che arriva anche fino alla sospensione per un periodo di tempo dell'attività, scattava dopo 'tre distinte violazionì, che dovevano essere 'definitivamente accertatè.

PER LE AUTOSTRADE AUMENTO PEDAGGI SONO DOPO INVESTIMENTI
Il decreto fiscale che accompagna il Ddl Finanziaria vara «le clausole» che andranno inserite nella nuova convenzione unica che regolerà (dal rinnovo delle convenzioni in vigore) il rapporto con le società concessionarie per la gestione di autostrade.
Prevede, tra l'altro, nuovi criteri per la determinazione degli aumenti di pedaggi, indicando che va assicurato «il riallineamento, in sede di revisione periodica, delle tariffe al livello necessario e sufficiente per uno sviluppo e gestione efficienti delle infrastrutture». Prevede anche «il riconoscimento degli adeguamenti tariffari esclusivamente a fronte della effettiva realizzazione, preventivamente accertata dal concedente, di quote predeterminate degli interventi infrastrutturali previsti nel piano finanziario».
Dovrà anche essere garantito «il recupero a favore degli utenti degli importi e degli eventuali extraprofitti relativi a impegni di investimento non ottemperati nel periodo precedente».
Per le proposte variazioni e integrazioni tariffarie inviate ogni anno entro il 30 settembre dalle concessionarie all'Anas, e dall'Anas al governo entro 45 giorni, «il silenzio» dop 30 giorni «equivale a diniego di approvazione».

NO BOLLO AUTO 2 ANNI PER LE NUOVE EURO 4. ESENZIONE PER TRE ANNI SE VETTURA SOTTO 1.300 CC
Scatta da subito la norma che prevede l'esenzione, per due anni, dal pagamento del bollo auto per le nuove vetture Euro 4 o Euro 5. Lo prevede il decreto fiscale che accompagna la finanziaria che estende a tre anni l'esenzione nel caso l'auto sia inferiore ai 1.300 cc. La misura - è scritto nel testo - resterà in vigore fino alla fine del 2007.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400