Mercoledì 12 Dicembre 2018 | 09:18

GDM.TV

i più visti della sezione

Schumi esulta, abbiamo fatto un miracolo: «eravamo talmente indietro... ora ci giochiamo tutto in Brasile»

«Abbiamo fatto un miracolo, adesso ci giochiamo il titolo fino in fondo». Michael Schumacher sceglie con cura la frase per fare il punto della situazione: a 2 gare dalla fine del Mondiale il pilota della Ferrari aggancia Fernando Alonso a 116 punti. Una rimonta-capolavoro confezionata in 7 Gp, nei quali il tedesco ha rosicchiato 26 punti al rivale. Un inseguimento coronato oggi in Cina con una scommessa vincente, quella di non sostituire le gomme intermedie su un tracciato quasi asciutto nella fase centrale della gara. «Poco tempo fa eravamo talmente indietro ... ritrovarci ora in testa al Mondiale sembra un miracolo», dice il 37enne di Kerpen.
Dopo le deludenti qualifiche bagnate, chiuse con il sesto tempo, altre sofferenze nella prima parte della gara. Poi, con l'asfalto sempre più asciutto, la riscossa.
«Abbiamo deciso di non sostituire le gomme intermedie - spiega Schumi -, anche se stavo perdendo il controllo. Abbiamo deciso di correre un rischio e siamo stati ricompensati».
«A 15 giri dalla fine - prosegue - ho messo a segno il sorpasso decisivo superando Fisichella. Poi, nelle fasi finali, è tornata la pioggia e la situazione è diventata di nuovo insidiosa. Tutto sommato, la gara è stata più semplice rispetto alle qualifiche di ieri». Schumi ha sofferto molto nelle fasi iniziali, perdendo 25» in 14 giri. Poi è cominciata la cavalcata. «Ad un certo punto, tutto ha cominciato a funzionare alla perfezione. E' stata un'altalena di condizioni e di prestazioni. La seconda parte della gara è stata eccezionale e il weekend è stato decisamente emozionante».

Adesso la situazione è in equilibrio, anche se il tedesco ha un minimo vantaggio: ha vinto 7 gare, una in più rispetto al rivale, e in caso di arrivo a pari punti si aggiudicherebbe il titolo. Inutile fare calcoli, dice il ferrarista. «Il Mondiale si decide in Brasile».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO

 
Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

 
Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive

 
Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

 
Il post partita di Cornacchini e Neglia

Il post partita di Cornacchini e Neglia