Domenica 21 Aprile 2019 | 14:26

Il Biancorosso

IL COMMENTO
Il primo gradino di una scalache porta molto più in alto

Il primo gradino di una scala
che porta molto più in alto

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceIl caso
Lo operano per un'ernia, gli tolgono un testicolo: risarcito

Lo operano per un'ernia, gli tolgono un testicolo: risarcito

 
BariL'intervento
Quei ritratti dell'Emiliano «pittore»

Quei ritratti dell'Emiliano «pittore»

 
HomeIl messaggio
Lino Banfi a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

Lino Banfi torna a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

 
FoggiaSpaccio
San Severo, la droga tra i panini: arrestato un fornaio

San Severo, la droga tra i panini: arrestato un fornaio

 
PotenzaLa nuova giunta
Regione Basilicata, Laguardia verso la vicepresidenza

Regione Basilicata, Laguardia verso la vicepresidenza

 
MateraDai Carabinieri
Ferrandina, spacciava in circolo ricreativo: arrestato 27enne

Ferrandina, spacciava in circolo ricreativo: arrestato 27enne

 
TarantoSanità
Taranto, 4 anni per avere una diagnosi: denunciata la Asl

Taranto, 4 anni per avere una diagnosi: denunciata la Asl

 
BrindisiCuriosità
Ponte festività, i vip nel Brindisino: ecco gli arrivi e i «ritrovi»

Ponte festività, i vip nel Brindisino: ecco gli arrivi e i «ritrovi»

 

Israeliani ansiosi: più della metà teme per l'esistenza stessa dello stato ebraico

TEL AVIV - Nella giornata del digiuno del Kippur, in cui gli ebrei sono soliti fare un bilancio della loro esistenza, la maggior parte degli israeliani temono che la esistenza stessa dello stato di Israele sia in pericolo. Due terzi ritengono comunque che malgrado tutto, Israele sia ancora il posto migliore per loro al mondo. Lo ha rilevato un sondaggio di opinione condotto dal quotidiano Maariv.
In risposta alla domanda: «Temi forse per la esistenza stessa dello stato di Israele ?», il 54 % hanno risposto affermativamente, e il 45 % negativamente.
«In quale Paese preferiresti vivere ?», è stato chiesto ancora. Israele è al primo posto, con il 63 % dei voti; seguono gli Usa (9), Australia-Nuova Zelanda (6), Svizzera (5) e Canada (3).
Due israeliani su tre temono che Israele possa essere colto di sorpresa da un attacco militare così come avvenne nel giorno del Kippur del 1973, da parte di Egitto e Siria. Ma adesso il paese più temuto è l'Iran: il 54 % lo indicano come il 'Nemico n.1', seguito dai palestinesi (8), Hezbollah (7) e Siria (7).
Sulla scia di questo senso di ansietà - seguito al conflitto con gli Hezbollah e alla sensazione che presto il Libano tornerà a rappresentare una minaccia immediata per la Galilea - il quotidiano Yediot Ahronot pubblica oggi una lunga inchiesta sulla capacità di Tel Aviv di assorbire, o meno, un attacco di razzi Shihab iraniani. Questo scenario, spiega il giornale, potrebbe diventare reale già nei prossimi mesi se il presidente George Bush decidesse di attaccare l'Iran per bloccare i suoi progetti nucleari.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Foggia, blitz antidroga sul Gargano: le videointercettazioni

Foggia, blitz antidroga sul Gargano: le videointercettazioni

 
Sommergibili, 24 nuovi "delfini"consegnati a Taranto i brevetti

Sommergibili, 24 nuovi "delfini"
consegnati a Taranto i brevetti

 
Abusivismo commerciale: GdF sequestra in Puglia 3,4 milioni di prodotti contraffatti

Abusivismo commerciale: GdF sequestra in Puglia 3,4 milioni di prodotti contraffatti

 
Bari in Serie C, i tifosi accolgono i galletti in aeroporto

Bari in Serie C, i tifosi accolgono i galletti in aeroporto

 
Settimana Santa, la processione del Sabato Santo a Molfetta

Settimana Santa, la processione del Sabato Santo a Molfetta

 
Porto Brindisi, GdF sequestra 57mila paia di infradito Havaianas false

Porto Brindisi, GdF sequestra 57mila paia di infradito Havaianas false

 
La pizzica sulla Piazza Rossa: Mosca tarantata dalla Puglia

La pizzica sulla Piazza Rossa: Mosca tarantata dalla Puglia

 
Ruspe a Borgo Mezzanone

Ruspe nella baraccopoli di Borgo Mezzanone: impegnati 209 agenti