Mercoledì 19 Dicembre 2018 | 00:36

GDM.TV

i più visti della sezione

Ecoturismo in forte crescita: +51% nell'ultimo anno

ROMA - Trekking, mountain bike, ma anche sci d'alpinismo, parapendio e tanta vela. Sono queste le attività più richieste da chi la natura la vuol vivere intensamente; una formula vincente che, nel 2006 ha registrato complessivamente un incremento del 51% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. A tirare le somme della stagione turistica appena conclusa, è l'Osservatorio Turismo & Natura istituito da Wwf, FederCultura Turismo Sport-Confcooperative, Legacoop Turismo, Aigae (Associazione Italiana Guide Ambientali Escursioniste), effettuato per il secondo anno consecutivo su un campione di oltre 200 cooperative operatrici presenti su tutto il territorio nazionale.
Presentato oggi a Roma, il sondaggio fornisce uno strumento conoscitivo di questo mercato in forte espansione, che occupa il 3% del mercato mondiale, aumentando ogni anno di circa il 20%. Tutto bene o quasi, perchè ogni crescita ha un risvolto della medaglia che impone azioni di tutela più ampie, a partire dal numero chiuso delle aree. Non più ombrelloni e sedie a sdraio per osservare il tramonto, meglio ammirarlo da una barca a vela e così l'offerta si adegua ad una domanda che, anno dopo anno si affina.

L'identikit dell'eco-turista? Cultura medio alta, tra i 30 e 45 anni, con buona disponibilità economica, navigatore abituale della rete e nel 70% proveniente dalla regione in cui risiede, un dato questo che denota la voglia di conoscere meglio il proprio territorio. Si tratta di un turismo che sostiene l'educazione alla salvaguardia dell'ambiente e riscuote consensi presso un target trasversale; si va dalle scolaresche (29%), ai gruppi familiari con bambini (22%), dagli adulti (15%), ai giovani (13%). Crescono dunque i numeri (8.127 euro il fatturato dell'ecoturismo nel 2005, +9,9% rispetto al 2004), ma anche la sensibilità verso l'ambiente, incrementata secondo gli intervistati nell'84% dei casi. Che operatori vogliano tutelare il loro territorio lo dimostra il fatto che il 60% ritiene opportuno la redazione di un piano di capacità del carico turistico, una sorta di numero chiuso, in modo da prevenire ed arginare l'impatto negativo che provoca un turismo più ampio. Tra i danni riscontrati, al primo posto ci sono i rifiuti lasciati sul posto (66%) e poi l erosione del sentieri (46%), il traffico (42%), i souvenir di fiori e piante (40%) e nel 32% dal vandalismo. Ad oggi nell'80% dei casi l'accesso alle aree protette non è subordinato al pagamento di un ticket ma, nel caso venisse applicato, gli operatori concordano affinchè il ricavato venga investito a beneficio dell'area. Il prezzo consigliato? Da 1 a 3 euro per il 62%, da 4 a 5 per il 17% e oltre i 5 euro per il 14%.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Raf e Umberto Tozzi si raccontano: segui la diretta

Raf e Umberto Tozzi, la strana coppia si racconta alla Gazzetta Rivedi la diretta

 
"Grazie per quello che fate e che avete fatto"Gli auguri di Rosso  capo di stato Maggiore

"Grazie per quello che fate e che avete fatto"
Gli auguri di Rosso capo di stato Maggiore

 
Frecce tricolori, parla il nuovo comandante Farina: «Essere pugliese per me è un orgoglio»

Frecce tricolori, parla il nuovo comandante Farina: «Essere pugliese? Un orgoglio»

 
Gazzetta, la Procura di Catania a settembre: faremo l'impossibile per occupazione e rilancio

Gazzetta, la Procura di Catania a settembre: faremo l'impossibile per occupazione e rilancio

 
Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

 
pranzo

pranzo

 
Inaugura il Villaggio di Babbo Natale: luci, musica e file di un'ora per incontrarlo

Luci, musica e lunghe file per incontrare Babbo Natale: inaugurato il Villaggio

 
"Cane Secco" si lancia col paracadutelo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

"Cane Secco" si lancia col paracadute
lo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

 
Afghanistan, il ministro Trentaporta il saluto di tutto il Paese

Afghanistan, il ministro Trenta
porta il saluto di tutto il Paese

 
Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolosul set dello sceneggiato "I due soldati"

Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolo
sul set dello sceneggiato "I due soldati"

 
Afghanistan, le immagini del ministro Trentain occasione del saluto della Brigata Pinerolo

Afghanistan, le immagini del ministro Trenta
in occasione del saluto della Brigata Pinerolo