Domenica 16 Dicembre 2018 | 20:18

GDM.TV

Scandalo intercettazioni Telecom-Pirelli - I rapporti con i Servizi segreti

Marco Mancini, del Sismi (servizio segreto militare) MILANO - Nell'ordinanza con cui il giudice per le indagini preliminari di Milano dispone il carcere per Giuliano Tavaroli, ex capo della sicurezza Telecom, e l'investigatore privato Emanuele Cipriani e altri, un capitolo è dedicato ai «rapporti pericolosi tra Cipriani e Tavaroli e i Servizi segreti».
«Emanuele Cipriani - scrive il giudice - nel corso del suo primo interrogatorio del 30 marzo 2006, ha cercato di accreditare la tesi secondo cui vi sarebbe stato solo un rapporto di amicizia tra lui e Marco Mancini (ex numero 2 del Sismi, arrestato nella vicenda Abu Omar - n.d.r.) ed ha affermato che quando questi passava in zona, lui si recava ad incontrarlo presso il casello autostradale per il mero piacere di salutarlo e di mangiare insieme un panino con la cotoletta».
«Quanto emerso ed evidenziato dal Pm, in ordine agli intensi rapporti telefonici tra i due - osserva il giudice - oltre che al possesso da parte del terzo "amicone" Tavaroli di documentazione riservata proveniente dai Servizi segreti, rende però le affermazioni del Cipriani del tutto incredibili».
Per il giudice Belsito è questa una valutazione «che non è fondata solo su mere supposizioni. Difatti le dipendenti del Cipriani, che hanno tutte reso dichiarazioni che si sono rivelate precise ed essenziali per svelare la complessa ragnatela costruita dal duo Cipriani-Tavaroli, hanno riferito di un canale, gestito esclusivamente dal loro datore di lavoro, che forniva le informazioni più delicate e riservate (che veniva denominato "nostri mezzi")».
Una dipendente ha ricordato come con questo "canale" Cipriani si incontrasse nei pressi dell'autostrada, mentre un'altra è stata ancora più precisa, riferendo che alcune notizie «provenivano da un certo "Marco", padrino della figlia di Cipriani, ed a lui legato da un rapporto di forte amicizia, tanto quanto Tavaroli».
«Lecito allora chiedersi - scrive il giudice per le indagini preliminari - quali informazioni riservate potrebbe aver fornito a Cipriani un appartenente ai Servizi di nome "Marco", presumibilmente Mancini, già Capo centro Sismi di Bologna, e quante di tali informazioni potrebbero essere state destinate a quello che era in assoluto il maggior cliente della Polis d'Istinto (alias Wcs, alias Sra), e cioè a Tavaroli a nome, e forse per conto dei gruppi Pirelli e Telecom».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

 
Rotonda - Bari:  il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Rotonda - Bari: il punto con La Voce Biancorossa Rivedi la diretta

 
Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

 
Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia