Mercoledì 12 Dicembre 2018 | 05:45

GDM.TV

i più visti della sezione

Filippa e Pinella, miracolate dal caso

MILANO - E' quasi l'alba ma loro sono qui ad osservare il lavoro, che dura ormai da oltre nove ore, di vigili del fuoco, forze dell'ordine, soccorritori nella palazzina sventrata dall'esplosione al numero 7 di via Lomellina. E con il passare delle ore la signora Filippa e la signora Pinella si rendono conto di avere «qualche angioletto lassù». Perchè qualcosa ha fatto cambiare loro itinerario e così si sono salvate dal crollo della palazzina.
E allora sono ancora qui «sconvolte e costernate» per le vittime e senza quasi capacitarsi del «miracolo» che le ha salvate.
In particolare l'aver cambiato idea riguardo all'acquisto di un po' di formaggio grattugiato ha salvato la vita a Filippa Addis, 49 anni, impiegata Enel. La donna non sta bene, è a casa dal lavoro da qualche giorno, doveva comunque fare la spesa. E' uscita per andare a fare un po' di spesa, si è accorta di non avere abbastanza soldi e allora è andata a prelevarli al bancomat del Banco di Brescia, che si trova proprio di fronte al numero 7. Erano le 19:43, fa fede lo scontrino di prelievo: la signora, a quel punto, ha deciso di andare al supermercato Sma, poi ha cambiato idea, si faceva tardi e allora si è diretta verso il tabaccaio di via Sismondi. L'aver scelto quella direzione, anzichè recarsi nel bar tabacchi gestito dai genitori del piccolo Francesco, una delle vittime, l'ha salvata. Fatti un centinaio di metri è avvenuta la spaventosa deflagrazione.

Anche Pinella Bullegas, 61 anni, operatore tecnico all'ospedale Maggiore ha vissuto un'esperienza analoga. Era andata in via Lomellina 17 dal medico di famiglia. Uscita di lì è andata verso il bar tabacchi Orlandi, quello che si trova proprio nella palazzina poi crollata. Ma anche qui il caso ci ha messo lo zampino. E' uscita subito, non c'era la marca di sigarette che voleva, bisognava optare per il tabaccaio di via Sismondi. Arrivata all'altezza di casa, al numero 21, nel momento di mettere piede in ascensore, la tremenda esplosione. «Sono sconvolta per la gente che è morta - commenta adesso -. Da quel che ho sentito in queste ore, è da tempo che dovevano controllare l'impianto. Ringrazio la fortuna e il caso, qualcosa forse mi ha guidato. Evidentemente non ero ancora destinata a morire. Anche perchè ho cinque nipoti...».
Filippa Addis alza gli occhi al cielo: «Deve essere stato quel qualcosa che c'è lassù ad avermi salvato. Ovviamente sono contenta per me e per tutti quelli che l'hanno scampata ma sono arrabbiatissima perchè probabilmente questa tragedia si poteva evitare».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO

 
Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

 
Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive

 
Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

 
Il post partita di Cornacchini e Neglia

Il post partita di Cornacchini e Neglia