Mercoledì 20 Gennaio 2021 | 05:52

Il Biancorosso

Biancorossi
Bari, i numeri in grigio: Ternana avanti in tutto

Bari, i numeri in grigio: Ternana avanti in tutto

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

LecceIl caso
Mafia, annullata interdittiva a società steward dello stadio di Lecce

Mafia, annullata interdittiva a società steward dello stadio di Lecce

 
Covid news h 24Il virus
Coronavirus a Mottola, focolaio in una Rsa: 22 positivi

Coronavirus a Mottola, focolaio in una Rsa: 22 positivi

 
BatLa disgrazia
Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni il travestito vittima di insulti

Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni il travestito vittima di insulti

 
PotenzaIl virus
Covid 19, focolaio in una Rsa a Brienza, nel Potentino: morti 4 anziani

Covid 19, focolaio in una Rsa a Brienza, nel Potentino: morti 4 anziani

 
BariIl caso
Sanità, l'accusa di Zullo (FdI): «Da Asl Bari 30mila avvisi di accertamento»

Sanità, l'accusa di Zullo (FdI): «Da Asl Bari 30mila avvisi di accertamento»

 
Foggiaparto record
Dal Canada a Foggia per far nascere tre gemellini: mamma dimessa

Dal Canada a Foggia per far nascere tre gemellini: mamma dimessa

 
MateraIl caso
Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

 
Brindisila denuncia
Covid, nel Brindisino 100 vaccinati senza averne diritto: presentata interrogazione a Lopalco

Covid, nel Brindisino 100 vaccinati senza averne diritto: presentata interrogazione a Lopalco

 

i più letti

Mimmo Pantaleo (Cigl Puglia): erano anno che la Puglia non era argomento centrale nell'economia del Sud e d'Italia. Più critica Mary Rina (Cisl Puglia), secondo cui si sono sentite molte promesse

BARI - Mimmo Pantaleo, segretario regionale della Cgil Puglia ha parlato di «un discorso molto efficace sul Mezzogiorno e sulla Puglia - al termine del discorso inaugurale di Romano prodi alla Fiera del Levante - erano anni che non sentivamo un ragionamento di tale portata ma soprattutto di contenuti. E' importante soprattutto l'idea che le prospettive di sviluppo e di crescita del Paese siano strettamente collegate alle capacità del Mezzogiorno di fare un salto in avanti in termini di miglioramento della sua competitività nei grandi scenari internazionali ed europei. In questa direzione sicuramente la Puglia ha una funzione determinante. Oggi - ha aggiunto Pantaleo - è stata posa la condizione perchè dalle prossime scelte che il governo farà, a cominciare dalla Finanziaria, si abbia un chiaro quadro di priorità.Il riferimento, ad esempio, al patto sottoscritto tra Cgil, Cisl e Uil, le associazioni imprenditoriali e le regioni come punto fondamentale nell'avanzamento, di un processo che è anche in grado di selezionare gli obiettivi, sicuramente è un fatto importante». «Penso che qualche parola in più, invece, andava spesa sulle questioni del lavoro così come ha chiesto Vendola - ha detto ancora Pantaleo - non credo sia possibile separare oggi anche nel Mezzogiorno, in Puglia, un ragionamento sulla maggiore qualità e stabilità del lavoro, che chiuda con la precarietà di cui ha parlato anche il presidente Prodi, che chiuda con fenomeni aberranti come il lavoro nero, come l'utilizzo e lo sfruttamento di manodopera straniera come abbiamo visto qualche giorno fa a Foggia, dai processi di sviluppo di questa regione. Sono due processi che devono andare di pari passo. Per cui credo che la cultura inversa a quella della precarietà, al cultura della stabilizzazione della qualità del lavoro è anch'esso un punto strategico fondamentale imprescindibile, per questo credo che il governo debba mettere in campo rapidamente, come era previsto nel programma, interventi che consentano una maggiore stabilità anche di questo lavoro».

Più critica Mary Rina segretario generale Cisl Puglia secondo cui si sono sentite molte promesse: «Molte promesse ma Prodi ha dimenticato sanità e servizi sociali, elementi di civiltà e di sviluppo per un Paese. Il gap esistente in questi settori fa la differenza fra la Puglia e il nord d'Italia. Ci vogliono investimenti non tagli. Di questo, purtroppo, non c'è traccia nel discorso di Prodi alla Fiera del Levante».
«Il presidente del Consiglio - ha aggiunto Rina - dovrebbe sapere che compete al governo riequilibrare il Fondo Sanitario Nazionale, eliminando la quota ponderata che avvantaggia le regioni del nord, rimpinguare il Fondo Sociale, istituire il Fondo per la Non Autosufficienza.Le promesse di Prodi sulle misure a favore dello sviluppo sono tutte da verificare.
Per esempio - ha proseguito il segretario Cisl Puglia - già nella prossima finanziaria avremo riscontro della reale volontà di contrattare con l'Unione Europea la fiscalità di vantaggio per le regioni del Mezzogiorno, a cominciare dal cuneo fiscale a favore del lavoro che, se non conterrà differenze tra nord e sud, finirà con il favorire le aree settentrionali del Paese. Inoltre - ha detto ancora - la finanziaria chiarirà quali e quante sono le risorse da destinare agli investimenti in infrastrutture e trasporti di cui tanto il presidente ha parlato oggi. Misureremo - ha concluso -la volontà del premier e del suo governo di condurre fino in fondo la lotta all'evasione fiscale necessaria al recupero delle risorse indispensabili per la realizzazione dello slogan tanto caro a Prodi: coniugare risanamento dei conti pubblici e sviluppo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400