Sabato 16 Gennaio 2021 | 07:49

Il Biancorosso

l'evento
Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno a tutti i nostri tifosi

Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno ai nostri tifosi»

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl processo
Taranto, bimbo morto di tumore: indagati 9 dirigenti ex Ilva

Taranto, bimbo morto di tumore: indagati 9 dirigenti ex Ilva

 
Potenzala «trovata»
Potenza, protesta ristoratori tra bicchieri di prosecco, musica e ironia

Potenza, protesta ristoratori tra bicchieri di prosecco, musica e ironia

 
Barila scorsa notte
Valenzano, ignoti rubano olio prodotto da terre confiscate alla mafia

Valenzano, ignoti rubano olio prodotto da terre confiscate alla mafia

 
Batemergenza Covid
Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

 
Bari
Tra Bari e Matera accordo di collaborazione su cultura, turismo e ambiente

Tra Bari e Matera accordo di collaborazione su cultura, turismo e ambiente

 
LecceNel Leccese
Otranto, scatola con 20kg di petardi trovata in bidone immondizia

Otranto, scatola con 20kg di petardi trovata in bidone immondizia

 
BrindisiIl caso
Brindisi, muore a 19 anni al Perrino: 2 medici indagati

Brindisi, muore a 19 anni al Perrino: 2 medici indagati

 

i più letti

Camion su binari - Vincenzo Lorusso, a rischio della vita, ha evitato la strage

BARI - A ventiquattro ore dalla tragedia del camion precipitato sui binari delle Ferrovie Appulo Lucane (Fal) è stato stabilito con certezza che è stato per merito di un uomo di Altamura (Bari), Vincenzo Lorusso, che il disastro non si è trasformato in strage, riuscendo a contenere il bilancio in un morto - il conducente del Tir, che era morto forse già nella caduta dal cavalcavia - e in una settantina tra contusi e feriti non gravi. Lo hanno accertato gli investigatori della Polizia ferroviaria che stanno compiendo indagini sulle modalità dell'incidente.
Lorusso - sottolineano gli investigatori - ha agito rischiando anche la vita, perchè, per fare segnalazioni al macchinista del treno, è sceso nella scarpata ed è saltato sulla massicciata laterale solo pochi attimi primi dell' arrivo del convoglio.
Gli agenti avevano avviato le ricerche per identificare l'uomo dopo che ieri il macchinista del treno Fal, Vincenzo Gimigliano, aveva raccontato a un cronista e agli investigatori che un uomo, con segnalazioni dalla scarpata adiacente alla statale, lo aveva messo in allarme facendogli capire che c'era un ostacolo sui binari: il macchinista, infatti, non poteva vedere il Tir sui binari perchè aveva dinanzi a sè una curva.
A quanto hanno stabilito gli agenti Polfer, Lorusso stava percorrendo la strada che collega Grumo Appula con Altamura per recarsi al lavoro, quando, verso le 9.30, è arrivato in prossimità del cavalcavia dal quale il camion era già precipitato. L' uomo ha visto altri automobilisti fermi sul ciglio della strada chiedere aiuto e a sua volta ha fermato l'auto.
Poi - secondo gli investigatori - Lorusso ha visto in lontananza arrivare il treno, proveniente da Altamura, e ha capito che il macchinista non poteva accorgersi del Tir sui binari, a causa della curva: è quindi sceso nella scarpata e fin sui binari e ha cominciato a sbracciarsi per segnalare il pericolo. Il macchinista ha visto le segnalazioni dell' uomo, ha capito che c'era un pericolo, ha rallentato l'andatura del convoglio ed è riuscito così ad attutire l' impatto, inevitabile, contro la motrice del camion che era sui binari.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400