Mercoledì 19 Dicembre 2018 | 09:05

GDM.TV

i più visti della sezione

Maltempo - Sos della Coldiretti anche per il Tarantino

ROMA - Il maltempo ha causato danni a macchia di leopardo con la maggioranza delle Regioni italiane che ha annunciato l'avvio delle procedure per la dichiarazione dello stato di calamità nei propri territori. È quanto emerge dal monitoraggio della Coldiretti sugli effetti della perturbazione che sta attraversando l'Italia, dopo il lungo periodo di carenza idrica delle regioni del Nord e «un bilancio nazionale di almeno un miliardo di euro di perdite per l'agricoltura determinate dal mix esplosivo di temporali e siccità che sta caratterizzando l'estate 2006».
La caduta violenta della pioggia ha interessato Regioni già colpite dalla siccità come l'Emilia Romagna dove a Ferrara, dopo quaranta giorni di mancanza di pioggia, trombe d' aria e temporali hanno fatto danni per milioni di euro. Ma anche quelle che erano state risparmiate dalla siccità come la Puglia e il Molise dove si sono verificati tempeste di grandine e nubifragi.
In provincia di Taranto per un nubifragio che ha colpito centinaia di imprenditori sono andati distrutti irrimediabilmente - rileva l'organizzazione agricola - i raccolti di uva da tavola e da vino, le olive, i frutteti e gli ortaggi per un'area di circa quattromila ettari tra i territori di Castellaneta, Palagianello e Palagiano, i danni variano perlopiù tra il 70 ed il 100%.
Nel basso Molise - continua la Coldiretti - si contano perdite per circa sei milioni e mezzo di euro a causa delle grandinate che hanno gravemente colpito 350 ettari di vigneti, 250 ettari coltivati a pomodoro ma anche susine, le olive e le cipolle con la richiesta del riconoscimento dello stato di calamità naturale. L'arrivo di rovesci temporaleschi su terreni secchi per la prolungata siccità fa peraltro aumentare il rischio che si verifichino nuove frane e smottamenti. «Una possibilità - sottolinea l'organizzazione - che interessa tutte le regioni considerato che il 7,1% del territorio nazionale, per un totale di oltre 21.000 chilometri quadrati, è considerato a rischio per frane e alluvioni. Bisogna affrontare lo stato di emergenza, ma occorre anche pensare al futuro con un progetto di salvaguardia ambientale e sviluppo del territorio che - sottolinea la Coldiretti - offre grandi opportunità di crescita competitiva ai sistemi produttivi locali. Un impegno che va accompagnato - conclude la Coldiretti - con il superamento dei ritardi nelle infrastrutture di fronte ai cambiamenti climatici che influenzano in modo sostanziale i cicli delle colture, la gestione delle acque e la sicurezza e lo sviluppo locale di territori».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Raf e Umberto Tozzi si raccontano: segui la diretta

Raf e Umberto Tozzi, la strana coppia si racconta alla Gazzetta Rivedi la diretta

 
"Grazie per quello che fate e che avete fatto"Gli auguri di Rosso  capo di stato Maggiore

"Grazie per quello che fate e che avete fatto"
Gli auguri di Rosso capo di stato Maggiore

 
Frecce tricolori, parla il nuovo comandante Farina: «Essere pugliese per me è un orgoglio»

Frecce tricolori, parla il nuovo comandante Farina: «Essere pugliese? Un orgoglio»

 
Gazzetta, la Procura di Catania a settembre: faremo l'impossibile per occupazione e rilancio

Gazzetta, la Procura di Catania a settembre: faremo l'impossibile per occupazione e rilancio

 
Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

 
pranzo

pranzo

 
Inaugura il Villaggio di Babbo Natale: luci, musica e file di un'ora per incontrarlo

Luci, musica e lunghe file per incontrare Babbo Natale: inaugurato il Villaggio

 
"Cane Secco" si lancia col paracadutelo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

"Cane Secco" si lancia col paracadute
lo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

 
Afghanistan, il ministro Trentaporta il saluto di tutto il Paese

Afghanistan, il ministro Trenta
porta il saluto di tutto il Paese

 
Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolosul set dello sceneggiato "I due soldati"

Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolo
sul set dello sceneggiato "I due soldati"

 
Afghanistan, le immagini del ministro Trentain occasione del saluto della Brigata Pinerolo

Afghanistan, le immagini del ministro Trenta
in occasione del saluto della Brigata Pinerolo