Giovedì 13 Dicembre 2018 | 11:46

GDM.TV

50 anni fa la tragedia della miniera di Marcinelle - Il messaggio del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano

il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano ROMA - La memoria degli «eroi del lavoro» di Marcinelle sia «un esempio ed un monito per le generazioni presenti e future»: un esempio «dell'impegno e del sacrificio» per ricostruire nel dopoguerra «una società più giusta» ed un monito perché non si verifichino più tali tragedie sul lavoro. È quanto scrive il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano in occasione del cinquantesimo anniversario della tragedia di Marcinelle.
«Quest'anno - scrive il capo dello Stato - ricorre il cinquantesimo anniversario della tragedia di Marcinelle, ove centotrentasei lavoratori provenienti dall'Italia persero la vita, insieme a tanti altri lavoratori, nello sforzo di riscattare, attraverso il durissimo lavoro quotidiano, le condizioni di miseria e prostrazione in cui il nostro Paese si era venuto a trovare dopo la fine del secondo conflitto mondiale».
«La memoria di quegli eroi del lavoro - sottolinea - costituisce al tempo stesso un esempio ed un monito per le generazioni presenti e future: l'esempio dell'impegno e del sacrificio, grazie ai quali si potè ricostruire, dalle macerie dell'Europa post-bellica, una società più giusta; il monito a vegliare affinché il lavoro di tutti venga sempre ed in ogni luogo rispettato e protetto, così che mai più si verifichino in futuro eventi tanto funesti».
«Uomini di undici nazioni europee persero la vita in quel terribili giorno. È mio vivo auspicio che Marcinelle diventi nella coscienza di tutti i cittadini d'Europa il simbolo del condiviso impegno per la costruzione di una patria comune ai popoli del continente. L'Italia - prosegue - ha offerto un contributo straordinario al raggiungimento di questo storico obiettivo, grazie anche a coloro che con grande coraggio ed abnegazione lasciarono la patria per diffondere ovunque nel mondo i valori che stanno a fondamento della nostra nazione: lavoro, solidarietà, generosità».
«Nel ricordare con gratitudine ed ammirazione tutti coloro che perirono nella sciagura - conclude Napolitano - desidero stringere in un commosso abbraccio i familiari delle vittime e rivolgere agli ambasciatori presenti, al viceministro degli Esteri onorevole Danieli e a tutti gli intervenuti il mio cordiale saluto».
Lo rende noto un comunicato del Quirinale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi  
Sindaco: «Indagheremo»

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO

 
Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»