Martedì 18 Dicembre 2018 | 22:13

GDM.TV

i più visti della sezione

Mafia a Bari - Il clan Capriati - De Benedictis era gestito da 4 sorelle

BARI - Era gestita prevalentemente dalle donne - secondo gli investigatori della Squadra mobile di Bari - l'organizzazione accusata di essere dedita a usura ed estorsioni nell'ambito delle attività delinquenziali del clan Capriati, un tempo egemone a Bari vecchia.
Le donne gestivano infatti i proventi di estorsioni e usura, dividevano con quote precise i cospicui introiti. Agli uomini, invece, spettavano i compiti più violenti. Le persone arrestate sono tre uomini e sei donne.
L'assetto questa organizzazione era - secondo la Polizia - unico nel suo genere. D'altro canto questa forma di organizzazione consentiva di mantenere intatta la potenza economica del clan, proprio perché il "cuore finanziario" era nelle mani delle donne: in questo modo, infatti, i numerosi arresti di uomini e ragazzi del clan, per le loro scorrerie armate, non intaccavano il «centro operativo».
Le indagini sono state avviate nel gennaio scorso: sono state condotte dalla Squadra mobile della Questura di Bari - diretta dal dott.Luigi Liguori - coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia di Bari.
Con quest'operazione, il ruolo del clan Capriati nella criminalità pugliese - hanno reso noto gli investigatori - viene ulteriormente ridimensionato, poiché è stata sgominata quella che è considerata l'ala militare del gruppo e sono stati sequestrati i beni illecitamente acquisiti dalla cosca. Negli ultimi tre mesi la Squadra mobile della Questura di Bari ha arrestato complessivamente 49 presunti mafiosi appartenenti al clan.
Gli arresti sono stati fatti da agenti della Squadra mobile della Questura e dalle squadre di investigatori specializzate nella cattura dei mafiosi. Sono intervenuti nelle operazioni anche i Reparti prevenzione crimine della direzione Centrale Anticrimine della Polizia di Stato che presidiano le principali arterie della città vecchia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Raf e Umberto Tozzi si raccontano: segui la diretta

Raf e Umberto Tozzi, la strana coppia si racconta alla Gazzetta Rivedi la diretta

 
"Grazie per quello che fate e che avete fatto"Gli auguri di Rosso  capo di stato Maggiore

"Grazie per quello che fate e che avete fatto"
Gli auguri di Rosso capo di stato Maggiore

 
Frecce tricolori, parla il nuovo comandante Farina: «Essere pugliese per me è un orgoglio»

Frecce tricolori, parla il nuovo comandante Farina: «Essere pugliese? Un orgoglio»

 
Gazzetta, la Procura di Catania a settembre: faremo l'impossibile per occupazione e rilancio

Gazzetta, la Procura di Catania a settembre: faremo l'impossibile per occupazione e rilancio

 
Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

 
pranzo

pranzo

 
Inaugura il Villaggio di Babbo Natale: luci, musica e file di un'ora per incontrarlo

Luci, musica e lunghe file per incontrare Babbo Natale: inaugurato il Villaggio

 
"Cane Secco" si lancia col paracadutelo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

"Cane Secco" si lancia col paracadute
lo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

 
Afghanistan, il ministro Trentaporta il saluto di tutto il Paese

Afghanistan, il ministro Trenta
porta il saluto di tutto il Paese

 
Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolosul set dello sceneggiato "I due soldati"

Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolo
sul set dello sceneggiato "I due soldati"

 
Afghanistan, le immagini del ministro Trentain occasione del saluto della Brigata Pinerolo

Afghanistan, le immagini del ministro Trenta
in occasione del saluto della Brigata Pinerolo