Venerdì 22 Gennaio 2021 | 11:36

Il Biancorosso

Biancorossi
Auteri e la C infuocata del Bari: «Volevo proteggere il gruppo»

Auteri e la C infuocata del Bari: «Volevo proteggere il gruppo»

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaNel Potentino
Oppido Lucano, dipendente banca sottrae 2 milioni a 4 comuni: 4 arresti

Oppido Lucano, dipendente banca sottrae 2 milioni a 4 comuni: 4 arresti

 
MateraNel Materano
Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

 
FoggiaIl caso
Foggia: «Ho fatto il tampone, ma forse non è il mio»

Foggia: «Ho fatto il tampone, ma forse non è il mio»

 
Brindisimaltrattamenti in famiglia
Ostuni, distrugge i mobili di casa e minaccia di morte madre e moglie: arrestato 45enne violento

Ostuni, distrugge i mobili di casa e minaccia di morte madre e moglie: arrestato 45enne violento

 
Tarantoil progetto
Taranto, piantine antinquinanti nelle scuole: al via «La Natura entra in classe»

Taranto, piantine antinquinanti nelle scuole: al via «La Natura entra in classe»

 
BatNella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 
LecceLe dichiarazioni
Fidanzati uccisi a Lecce, il killer: «Se fossi libero avrei di nuovo l'impulso di uccidere»

Fidanzati uccisi a Lecce, il killer: «Se fossi libero avrei di nuovo l'impulso di uccidere»

 

i più letti

Libano - Per la strage di Cana si riunisce il Consiglio di sicurezza dell'Onu

New York - Il Palazzo di Vetro, sede dell NEW YORK - La riunione d'urgenza del Consiglio di Sicurezza dell'Onu sul Libano si è conclusa poco dopo le 12,15 (le 18,15) in Italia, e sarà ora seguita da una serie di consultazioni informali.
Lo ha indicato il presidente di turno, l'ambasciatore francese Jean-Marc de la Sabliere, chiudendo l'incontro.
Hanno preso la parola alla riunione il segretario generale Kofi Annan - ribadendo la necessità di un cessate il fuoco immediato e chiedendo una condanna durissima dell'attacco di Cana - seguito dall'ambasciatore libanese Nouhad Mahmoud e da quello israeliano Dan Gillerman.

«Fin dall'inizio è stato chiaro che il bersaglio non era Hezbollah ma il Libano, le sue infrastrutture». Così l'inviato di Beirut alle Nazioni Unite, Nohad Mahmoud, ha commentato l'offensiva israeliana contro la parte meridionale del Libano. Intervenendo a New York durante la sessione straordinaria del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, Mahmoud ha ricordato che solo un cessate il fuoco - «che il governo libanese ha chiesto dal primo giorno» - potrà mettere in salvo i civili delle due parti del confine. Mahmoud ha quindi rivolto un appello per un cessate il fuoco immediato: i libanesi «che oggi sono martiri, vi chiedono con una sola voce con il governo la cessazione del fuoco, immediatamente, senza rinvii».

«Le vittime dell'orribile e tragico incidente (di Cana) saranno sì state uccise dal fuoco israeliano, ma sono vittime di Hezbollah. Ciò non sarebbe mai successo se Hezbollah non fosse esistito e se il Libano fosse stato un Paese libero e sovrano».
Questo ha detto, intervenendo al Consiglio di Sicurezza dell'Onu, l'ambasciatore israeliano Dan Gillerman, parlando di «orribile, triste domenica piena di sangue».
Ribadendo che Israele non colpisce intenzionalmente i civili, Gillerman si è detto in possesso di un filmato in cui si vedono militanti Hezbollah sparare missili dietro ad una palazzina civile di tre piani, simile a quella abbattuta dagli israeliani a Cana.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400