Domenica 17 Gennaio 2021 | 19:59

Il Biancorosso

Serie C
Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

BariL'appello
Valenzano, bimbo affetto da SMA, scatta gara di solidarietà sui social: «Aiutiamo il piccolo Paolo»

Valenzano, bimbo affetto da SMA, scatta gara di solidarietà sui social: «Aiutiamo il piccolo Paolo»

 
LecceIl lutto
Lecce dice addio al maestro cartapestaio Malecore: il cordoglio del sindaco

Lecce dice addio al maestro cartapestaio Malecore: il cordoglio del sindaco

 
PotenzaIl personaggio
Il vaccino italiano di «ReiThera»: tra i ricercatori c’è una lucana

Il vaccino italiano di «ReiThera»: tra i ricercatori c’è una lucana

 
Foggianel foggiano
San Severo, aggredito blogger e incendiata la sua auto: indaga la polizia

San Severo, aggredito blogger e incendiata la sua auto: indaga la polizia

 
TarantoI numeri
Covid, a Taranto 5mila casi in un mese: l'escalation è impressionante

Covid, a Taranto 5mila casi in un mese: l'escalation è impressionante

 
Brindisia S. Michele Salentino
Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

 
MateraL'annuncio
Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

 
BatMaltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 

Nuovo tsunami in Indonesia - L'appello dei Vescovi

«Bisogna mettere subito in moto gli aiuti umanitari». A lanciare l'appello è padre Andreas Sudharman, parroco a Tasikmalaya, in Indonesia che ha rilasciato la sua testimonianza all'agenzia Fides. «A Pangandaran, la zona colpita ieri dallo tsunami - ha detto padre Andreas - non c'è più nessuno: la popolazione è fuggita via in preda al terrore ma gli sfollati hanno bisogno di cibo e medicine. Noi siamo presenti e attivi nel centro di crisi istituito a Pangandaran, sulla costa sud dell'isola di Giava, dove i volontari cattolici operano in coordinamento con le autorità locali. La conferenza episcopale di Indonesia sta sostenendo il nostro sforzo a livello locale».
Il parroco di Tasikmalaya, località nella diocesi di Bandung, a pochi chilometri dalla costa di Pangandaran ha raccontato che «la gente è ancora impaurita e tutti si sono spostati nell'interno e sulle colline poiché, secondo le previsioni, potrebbero esserci nuove scosse di terremoto e dunque nuovi pericoli di tsunami. Ma le persone fuggite vivono per il momento alla meglio, con quello che trovano, con le poche provviste che hanno portato con sé o grazie ai primi soccorsi che stanno giungendo».
Intanto venti tonnellate di medicinali e cibo sono partite da Giacarta alla volta dei sei distretti di Giava colpiti, mentre i soccorritori continuano a scavare tra le macerie lasciate dall'onda anomala, nel timore che decine di persone siano rimaste intrappolate. Pronta ad attivarsi per i soccorsi anche la nunziatura di Giacarta, dove padre Novatus si è già messo in contatto con i religiosi italiani presenti nell'area assicurando che «non ci sono stati problemi per loro».
Pangandaran, la zona maggiormente colpita, è un'area turistica con piccoli alberghi sulla spiaggia ed è vicina a una riserva naturale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400