Giovedì 25 Febbraio 2021 | 23:34

Il Biancorosso

Biancorossi
Al San Nicola Bari in grigio, ma adesso è vietato fermarsi

Al San Nicola Bari in grigio, ma adesso è vietato fermarsi

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIn via Crispi
Taranto, agguato in serata: grave un 20enne ferito all'addome

Taranto, agguato in serata: grave un 20enne ferito all'addome

 
LecceNella notte
Surano, la banda del buco svaligia due negozi in centro commerciale

Surano, la banda del buco svaligia due negozi in centro commerciale

 
FoggiaIl sindaco
San Marco in Lamis, Covid tra i giovani: 11 positivi tra 1 e 25 anni

San Marco in Lamis, Covid tra i giovani: 11 positivi tra 1 e 25 anni

 
PotenzaL'incidente
San Severino, pescatore precipita in Bosco Magnano: soccorso dai pompieri

San Severino, pescatore precipita in Bosco Magnano: soccorso dai pompieri

 
BariIl progetto
Bari, Finacantieri investe 26mln: punta su meccatronica e innovazione

Bari, Finacantieri investe 26mln: punta su meccatronica e innovazione

 
BatNella Bat
Trani, spaccio di droga in famiglia, coinvolto anche 14enne: un arresto e 3 denunce

Trani, spaccio di droga in famiglia, coinvolto anche 14enne: un arresto e 3 denunce

 
BrindisiIl caso
Brindisi, giudice arrestato: riesame rigetta ricorso, Galiano resta in carcere

Brindisi, giudice arrestato: riesame rigetta ricorso, Galiano resta in carcere

 

i più letti

Artigiani: servono scelte più precise per recuperare competitività

ROMA - «Condividiamo le linee-guida del Dpef e della Finanziaria sul fronte dello sviluppo, del risanamento e dell'equità. Tuttavia ci aspettiamo scelte più decise e mirate al recupero di competitività dell'artigianato e delle piccole e medie imprese». E' questo in sintesi il giudizio delle Confederazioni dell'artigianato sul Dpef, espresso nel corso di un'audizione davanti alle commissioni Bilancio di Camera e Senato.
In particolare sul taglio del cuneo fiscale Confartigianato, Cna e Casartigiani chiedono venga applicato «a tutte le imprese che fanno davvero sviluppo e occupazione e che operano sul mercato senza alcune protezione». Chiedendo inoltre una forte riduzione degli adempimenti burocratici per le aziende, le organizzazioni degli artigiani sottolineano la necessità di «procedere nelle liberalizzazioni dei mercati dell'energia, dei servizi assicurativi, bancari e dei trasporti»; l'incentivazione della previdenza integrativa per gli autonomi, accompagnate da misure di compensazione per lo smobilizzo del Tfr. Importante infine - per le tre organizzazioni - facilitare l'accesso al credito, alla ricerca e all'innovazione delle imprese, nonchè la promozione di filiere produttive.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400