Lunedì 10 Dicembre 2018 | 00:46

GDM.TV

i più visti della sezione

Blitz Hezbollah, catturati due soldati israeliani

BEIRUT - Con un'operazione fulminea ma frutto di una lunga preparazione, Hezbollah ha colpito oggi a sorpresa lungo la 'linea blù tra Libano e Israele, dove i guerriglieri del movimento sciita libanese - appoggiato da Siria e Iran - hanno catturato due soldati israeliani e ne hanno uccisi altri sette, con l'obiettivo d'imporre uno scambio di prigionieri allo stato ebraico.
Riunito in sessione d'emergenza, il governo libanese ha però dichiarato in serata che «non era al corrente» del blitz di stamani nel settore centrale della 'linea blù, del quale non si considera perciò «responsabile», poichè «non approva quanto accaduto al confine». Beirut ha poi chiesto una riunione urgente del Consiglio di sicurezza dell'Onu perchè esamini le circostanze della «aggressione israeliana» contro i civili. In una conferenza stampa, il leader di Hezbollah, sheikh Hassan Nasrallah, aveva tuttavia in precedenza tenuto a sottolineare che l'operazione militare ha avuto «l'unico scopo di uno scambio di prigionieri e non quello di trascinare il Libano e la regione in una guerra». Ma a Beirut, è palpabile l'allarme per la temuta rappresaglia israeliana. «A prescindere dalle buone intenzioni, non è ammissibile che un gruppo imponga a un intero paese e a un intero popolo la sua volontà «. La decisione della guerra e della pace deve essere nelle mani del governo», ha dichiarato il leader cristiano Samir Geagea. Tutto si è consumato attorno alle 09:00 locali, quando una pioggia di colpi di mortaio e razzi Katysuha ha investito le postazioni israeliane a ridosso di un'ampia fascia della 'linea blù che - dal ritiro dell'esercito d'Israele nel maggio 2000, dopo 22 anni d'occupazione del Libano meridionale - segna il precario confine tra i due paesi.
L'artiglieria di Hezbollah ha martellato un ampio tratto di territorio nel nord d'Israele, dalla cittadina di Shlomi fino al villaggio di Zarit, ma in realtà si è trattato di una manovra diversiva per consentire a un commando di guerriglieri di penetrare oltre confine e attaccare una pattuglia israeliana, uccidendo tre soldati, catturandone altri due e distruggendo almeno una jeep blindata.
«In linea con la sua promessa di liberare i nostri detenuti, la Resistenza islamica ha catturato questa mattina due soldati israeliani e li ha portati in un luogo sicuro», ha annunciato poco dopo il braccio armato di Hezbollah dagli schermi di Al- Manar, la Tv del movimento sciita libanese.
In una successiva conferenza stampa, il leader di Hezbollah ha poi rivelato che l'operazione è stata preparata per cinque mesi e che nei combattimenti che ne sono seguiti è stato ucciso anche un guerrigliero del movimento sciita, Ibrahim Rajab.
Alla periferia sud di Beirut, roccaforte di Hezbollah, la notizia della cattura dei soldati israeliani è stata subito accolta con fuochi d'artificio, salve di fucili mitragliatori, caroselli di auto e distribuzioni in strada di caramelle e pasticcini.
Ma la rappresaglia israeliana non ha tardato a scattare, con bombardamenti aerei e di artiglieria contro ponti e strade nel Libano meridionale, dove due civili sono stati uccisi assieme a un soldato libanese e altri sette sono rimasti feriti, compresi due giornalisti dell'emittente privata New Tv.
I raid aerei, debolmente contrastati dalla contraerea libanese, si sono concentrati nella zona fra Nabatyeh, Tiro e Zahrani, dove è stata presa di mira anche la maggiore centrale elettrica del Libano meridionale, la cui turbina avrebbe subito gravi danni a causa dell'onda d'urto delle bombe.
E nella zona di Ayta al-Shab, non lontano dal luogo della cattura dei due soldati, mezzi corazzati israeliani sono anche penetrati per circa un chilometro in territorio libanese, ma si sono scontrati con i guerriglieri Hezbollah, che hanno distrutto un carro armato 'Merkavà e ucciso i quattro militari a bordo.
In serata, nuovi lanci di razzi da parte dei guerriglieri di Hezbollah e nuovi raid aerei e bombardamenti d'artiglieria israeliani sono stati quindi segnalati nella zona di Tiro (70 km. a sud di Beirut) e in quella contesa delle Fattorie di Shebaa, mentre cresce l'attesa per le decisioni che Israele adotterà nella riunione straordinaria del suo governo.
«Possiamo colpire più a fondo. Se scelgono lo scontro devono aspettarsi sorprese», ha ammonito Nasrallah, ribadendo che per Israele «l'unico modo per riavere i soldati è avviare negoziati per lo scambio di prigionieri», primi fra tutti gli ultimi tre libanesi ancora nelle carceri israeliane: Yahia Skaf, Nassim Nisr e Samir Qantar.
Ma a Beirut, molti temono che la notte possa drammaticamente rimescolare le carte della pericolosa equazione innescata da Hezbollah, portando la rappresaglia israeliana fino alle porte di Damasco, che per bocca del suo vice presidente Faruk al- Sharaa - spalleggiato dal capo negoziatore nucleare iraniano Ali Larijani - ha giustificato la cattura dei due soldati.
A quel punto, l'audacia del blitz di Hezbollah, che si è fatto beffe dello stato di massima allerta decretato da giorni nel nord d'Israele, rischierebbe d'impallidire.
Stefano Poscia

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

Bari, caso commissioni al Comune: il consigliere «muto» davanti alla telecamera

 
Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie

Bari, si schianta contro un albero: muore 79enne, ferita la moglie

 
Lorem video dolor sit amet, consectetur

Lorem video dolor sit amet, consectetur

 
Treni, la partenza del primo Frecciarossa per Torino: ma in Puglia andrà «lento»

Treni, parte il primo Frecciarossa per Torino: ma in Puglia andrà «lento»

 
Portici-Bari, i tre gol biancorossi

Portici-Bari, i tre gol biancorossi

 
Corinaldo, la fuga e il crollo della balaustra che ha schiacciato i ragazzi in discoteca

La fuga e il crollo della balaustra che schiaccia i ragazzi in discoteca

 
F-104, la  storia di un mitoper tre generazioni di piloti

F-104, la storia di un mito
per tre generazioni di piloti

 
Portici - Bari, il punto con La Voce Biancorossa: segui la diretta

Portici - Bari, il punto con La Voce Biancorossa: rivedi la diretta

 
Porto di Taranto, ecco l' ingresso spettacolare della portaerei Cavour

Porto di Taranto, ecco l'ingresso spettacolare della portaerei Cavour