Sabato 15 Dicembre 2018 | 02:44

GDM.TV

«Sono in corso indagini» dicono gli inquirenti

FOGGIA - E' stato denunciato a piede libero per simulazione di reato finalizzato al sequestro di persona, e per porto e detenzione illegale di armi e munizioni in concorso con ignori Maurizio Correra, l'imprenditore agricolo ritrovato la notte scorsa dalla polizia nelle campagne del foggiano dopo che ieri si era temuto il peggio a seguito del ritrovamento della sua auto aperta e sforaccchiata di proiettili.
Lo hanno detto gli investigatori nel corso della conferenza stampa tenuta in questura. Durante l'incontro, il dirigente della squadra mobile, Antonio Caricato, ha riferito che dall'interrogatorio a cui è stato sottoposto Correra sono «più volte emerse incongruenze». La polizia - a quanto è dato sapere - ha un'idea su quanto è accaduto, ma sulla vicenda non è stato fornito alcun particolare perchè vi sono indagini in corso.

E' stato lo stesso Correra a contattare la polizia ieri sera alle 22 e a segnalare con un suo cellulare la zona in cui si trovava. «Ci diceva - ha detto Caricato - di essere inseguito dai rapitori e di avere le mani legate con una corda. Siamo riusciti a localizzarlo sotto un ponte tra San Ferdinando di Puglia e Cerignola, nel foggiano, verso le 23: era molto agitato».
Correra, che ha 41 anni, quanto è stato rintracciato dai poliziotti aveva i polsi ancora legati e delle corde alle caviglie. Queste ultime non erano legate perchè - secondo quanto ha riferito l'imprenditore agli agenti - lui stesso le aveva bruciate con un accendino che aveva trovato all'interno del furgone nel quale era stato rinchiuso subito dopo il presunto sequestro, che a sua volta si trovava nella cantina di un casolare. Correra ha detto di aver vagato a lungo dopo la fuga e di aver percorso circa 20 chilometri a piedi. Poi ha spiegato di essere riuscito a telefonare con il cellulare che aveva nascosto in una fodera agganciata ad un polpaccio, sotto i pantaloni.
«Lo abbiamo portato in questura - ha continuato Caricato - per verbalizzare il tutto alla presenza del pm Alessandra Fini, e abbiamo rilevato diverse incongruenze ed anomalie fra quanto dichiarato e quanto verificato dagli agenti intervenuti sia ieri sia nella giornata del sequestro. In base a queste incongruenze lo abbiamo denunciato in stato di libertà in concorso con ignoti».
Secondo il racconto di Correra alla polizia, la sera del sequestro, mentre percorreva la via per Trinitapoli, ha visto un ciclista per terra e si è fermato a prestare soccorso. In quel momento è stato aggredito dal ciclista e da altre tre persone che erano nascoste. Mentre tentava di rientrare in auto i malviventi hanno sparato colpi di pistola contro la sua auto, lo hanno quindi bloccato e fatto salire su un'altra vettura per trasferirlo su un furgone. «Sono in corso indagini - ha chiarito Caricato - per capire il perchè di questa messa in scena anche se noi abbiamo un'idea che, ovviamente, stiamo vagliando e non possiamo rivelare.
Oltre che di «forti incongruenze» nel racconto dell'imprenditore, la polizia parla anche di «illogicità» di alcuni dei fatti riferito. «Era molto facile - ha spiegato il capo della squadra mobile - liberarsi dalle corde che aveva ai polsi ('io ho fatto una prova e ci sono riuscito in pochissimi secondi'), mentre lui ha dichiarato di aver vagato per più di tre ore con le mani legate non essendo riuscito a liberarsi. Abbiamo elementi per ritenere che questa, che noi riteniamo una simulazione, Correra non l'abbia messa in atto da solo. Tra l'altro una delle nostre ipotesi era proprio che potesse trattarsi di una simulazione».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

 
Rotonda - Bari:  il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Rotonda - Bari: il punto con La Voce Biancorossa Rivedi la diretta

 
Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

 
Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori