Martedì 18 Dicembre 2018 | 17:45

GDM.TV

i più visti della sezione

L'arresto di Vittorio Emanuele - Il caso di Simeone, in Bulgaria diventa un problema politico

SOFIA - I giornali di Sofia danno oggi risalto alla dichiarazione del premier della Bulgaria, Serghei Stanishev, che ha detto che il coinvolgimento dell'ex premier della Bulgaria, Simeone di Sassonia Coburgo-Gotha, nell'indagine per corruzione nei confronti del suo cugino Vittorio Emanuele in Italia, è «estremamente spiacevole per la Bulgaria».
Il partito socialista bulgaro (Psb) di Stanishev, che ha vinto le elezioni nel giugno 2005, è al governo in una larga coalizione con il partito di Simeone, Movimento nazionale Simeone II (Mns, di destra), e con il partito della minoranza turca Movimento per diritti e libertà (Mdl) di Ahmed Dogan.
«Noi siamo interessati a che il caso sia chiarito il più presto possibile per dissipare i sospetti nei confronti del nostro Stato e del nostro sistema politico», ha dichiarato il premier del Paese balcanico.
Secondo Stanishev il coinvolgimento del nome di Simeone nello scandalo in Italia potrebbe avere ripercussioni assai negative sull'immagine non soltanto del suo partito, ma anche della larga coalizione. Il premier ha anche accennato che i mass media in Bulgaria hanno «enfatizzato un po' troppo» quello che sta succedendo in Italia, per quel che riguarda il coinvolgimento di Simeone nella vicenda del suo cugino Vittorio Emanuele.
Il quotidiano "Monitor" titola oggi in prima pagina che i magistrati italiani «non dispongono di indizi contro Simeone», ma è l'unico giornale a sostenere questa versione.
Citando fonti anonime della magistratura di Potenza, il giornale evidenzia che nelle intercettazioni telefoniche non figurano colloqui diretti di Vittorio Emanuele e Pier Paolo Cerani con Simeone.
Il quotidiano "Ora" invece pone l'accento sul fatto che la Commissione Europea, in vista dell'adesione del Paese balcanico nella Ue prevista per il primo gennaio 2007, ormai da tempo ammonisce i governanti di Sofia a far luce e giustizia sui segnali di corruzione ai vertici del potere. «L'Italia ci è venuta in aiuto», commenta in merito il giornale, ed aggiunge che l'attuale governo, costi quel che costi, deve rivelare tutti i retroscena poco trasparenti dell' operato non soltanto dell'ex premier Simeone, ma anche dei suoi ministri.
Oggi intanto il ministro dell'Interno bulgaro, Rumen Petkov, ha annunciato che il suo dicastero ormai dispone in via ufficiale, tramite il Ministero degli Esteri, dei materiali dell' istruttoria italiana che riguardano la persona di Simeone di Sassonia Coburgo-Gotha. Il ministro Petkov ha assicurato che la documentazione sarà esaminata nei minimi particolari. I documenti sono stati richiesti due giorni fa dal Procuratore generale della Bulgaria Boris Velcev.
Sempre oggi, la maggioranza in Parlamento ha respinto la proposta dell'opposizione di destra di inserire nell'ordine del giorno la discussione su una dichiarazione circa «gli indizi di corruzione del Governo di Simeone». Nel progetto della dichiarazione l'attuale premier Serghei Stanishev viene esortato a esonerare dal governo le persone nei confronti delle quali esiste il sospetto di «coinvolgimento nell'affare Vittorio Emanuele Simeone II».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Raf e Umberto Tozzi si raccontano: segui la diretta

Raf e Umberto Tozzi, la strana coppia si racconta alla Gazzetta Rivedi la diretta

 
"Grazie per quello che fate e che avete fatto"Gli auguri di Rosso  capo di stato Maggiore

"Grazie per quello che fate e che avete fatto"
Gli auguri di Rosso capo di stato Maggiore

 
Frecce tricolori, parla il nuovo comandante Farina: «Essere pugliese per me è un orgoglio»

Frecce tricolori, parla il nuovo comandante Farina: «Essere pugliese? Un orgoglio»

 
Gazzetta, la Procura di Catania a settembre: faremo l'impossibile per occupazione e rilancio

Gazzetta, la Procura di Catania a settembre: faremo l'impossibile per occupazione e rilancio

 
Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

 
pranzo

pranzo

 
Inaugura il Villaggio di Babbo Natale: luci, musica e file di un'ora per incontrarlo

Luci, musica e lunghe file per incontrare Babbo Natale: inaugurato il Villaggio

 
"Cane Secco" si lancia col paracadutelo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

"Cane Secco" si lancia col paracadute
lo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

 
Afghanistan, il ministro Trentaporta il saluto di tutto il Paese

Afghanistan, il ministro Trenta
porta il saluto di tutto il Paese

 
Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolosul set dello sceneggiato "I due soldati"

Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolo
sul set dello sceneggiato "I due soldati"

 
Afghanistan, le immagini del ministro Trentain occasione del saluto della Brigata Pinerolo

Afghanistan, le immagini del ministro Trenta
in occasione del saluto della Brigata Pinerolo