Giovedì 21 Gennaio 2021 | 16:13

Il Biancorosso

Biancorossi
Le grandi manovre del Bari: c’è anche Bellomo nella lista

Le grandi manovre del Bari: c’è anche Bellomo nella lista

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

Barila decisione
Bari, concessione spiaggia Torre Quetta: prosciolto ex comandante Polizia locale

Bari, concessione spiaggia Torre Quetta: prosciolto ex comandante Polizia locale

 
PotenzaGiustizia
Potenza, infiltrazioni d'acqua e impianto elettrico non funzionante: «Tribunale prossimo all'inagibilità»

Potenza, infiltrazioni d'acqua e impianto elettrico non funzionante: «Tribunale prossimo all'inagibilità»

 
Tarantoil progetto
Taranto, piantine antinquinanti nelle scuole: al via «La Natura entra in classe»

Taranto, piantine antinquinanti nelle scuole: al via «La Natura entra in classe»

 
FoggiaL'accaduto
Foggia, fuggono con macchina rubata, ma fanno incidente e scappano sfondando il parabrezza

Foggia, fuggono con macchina rubata, ma fanno incidente e scappano sfondando il parabrezza

 
BrindisiL'intervista
Gli antifascisti e i comunisti nella provincia di Brindisi: processi, confino, democrazia

Gli antifascisti e i comunisti nella provincia di Brindisi: processi, confino, democrazia

 
BatNella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 
MateraIl caso
Incendia auto per dissidi lavorativi con la proprietaria: denunciata 41enne a Matera

Incendia auto per dissidi lavorativi con la proprietaria: denunciata 41enne a Matera

 
LecceLe dichiarazioni
Fidanzati uccisi a Lecce, il killer: «Se fossi libero avrei di nuovo l'impulso di uccidere»

Fidanzati uccisi a Lecce, il killer: «Se fossi libero avrei di nuovo l'impulso di uccidere»

 

i più letti

Non si può escludere alcuna ipotesi

BARI - Nessuna pista è esclusa e nemmeno privilegiata nelle indagini sulla scomparsa di Francesco e Salvatore, i fratellini di Gravina scomparsila sera del 5 giugno scorso, così come non si può escludere qualsiasi ipotesi sulle loro condizioni e soprattutto se siano vivi o meno. Lo ha ribadito stamani, a margine di una conferenza stampa in Questura, il capo della squadra mobile, Luigi Liguori, che ha ricordato che sin dal primo giorno di ricerche le indagini sono state orientate a 360 gradi. «L'attenzione mediatica sul caso- ha sottolineato il vicequestore Liguori- ha spesso anche disturbato l'attività investigativa, con la pubblicazione notizie di false piste, di particolari che forse potrebbero intralciare le indagini». Anche oggi sono in corso colloqui con persone vicine alla famiglia dei fratellini, e il «pool» di 70 investigatori(oltre alla squadra mobile, l'ufficio minori e la polizia postale) con il supporto del direttore dell'Ufficio per le analisi crimini violenti, Carlo Bui, sta esaminando quanto raccolto in questi giorni. Il «faldone» sul caso sarebbe già composto da migliaia di pagine, le trascrizioni dei colloqui con le persone ascoltate, ma anche le centinaia di segnalazioni giunte ai centralini della Prefettura e della trasmissione tv «Chi l'ha visto». Tra le tante anche diverse «segnalazioni» da parte di «maghi» e «medium» che affermano di aver «visto» i due ragazzini, e la loro sorte.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400