Martedì 19 Gennaio 2021 | 10:44

Il Biancorosso

Serie C
Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

BariDai carabinieri
Mola di Bari, sorpresi di notte a rubare carciofi per 7mila euro: arrestati dopo un inseguimento

Mola di Bari, sorpresi di notte a rubare carciofi per 7mila euro: arrestati dopo un inseguimento

 
LecceL'emergenza
Covid, a Gallipoli paura per un focolaio in ospedale

Covid, a Gallipoli paura per un focolaio in ospedale

 
Foggianel Foggiano
Ascoli Satriano: precipita con l'auto giù da un ponte, muore 35enne

Ascoli Satriano: precipita con l'auto giù da un ponte, muore 35enne

 
Brindisila denuncia
Covid, nel Brindisino 100 vaccinati senza averne diritto: presentata interrogazione a Lopalco

Covid, nel Brindisino 100 vaccinati senza averne diritto: presentata interrogazione a Lopalco

 
Tarantocontrolli del CC
Taranto, tentano di entrare in Tribunale con coltelli e tirapugni: 5 denunciati

Taranto, tentano di entrare in Tribunale con coltelli e tirapugni: 5 denunciati

 
Potenzala protesta
Melfi, area in industriale in tilt per il maltempo: «Tutto fermo per un centimetro di neve»

Melfi, area in industriale in tilt per il maltempo: «Tutto fermo per un centimetro di neve»

 
MateraControlli della polizia
Pisticci, in auto con con la droga: arrestati due giovani pusher

Pisticci, in auto con la droga: arrestati due giovani pusher

 
BatMaltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 

i più letti

Maturità: conto alla rovescia per 485mila studenti

Scuola - esami maturitàROMA - Meno tre. E' ormai agli sgoccioli il conto alla rovescia per il fatidico giorno in cui i 485.296 studenti dell'ultimo anno delle superiori affronteranno l'ultimo grande ostacolo della loro carriera scolastica: l'esame di Stato o, più comunemente, di maturità. Tra ansie e «ripassi» dell'ultim'ora tra bignami, temari e manabili i maturandi sono in attesa del prossimo mercoledì, giorno in cui con la prova di italiano prima prova prenderà il via l'esame di maturità edizione 2005-2006.

Come per gli altri anni lo svolgimento della prima prova scritta prevede diverse opzioni tra cui il candidato potrà scegliere.La prova è rivolta «ad accertare la padronanza della lingua nella quale si svolge l'insegnamento» quindi l'italiano e consentirà all'allievo di scegliere tra diverse opzioni.
Accanto al «classico» tema «su argomento di ordine generale» o a carattere storico o letterario, si potrà optare per «l'analisi e commento di un testo letterario o non, in prosa o poesia», per la produzione di un articolo di giornale o di un saggio breve. Nella prima giornata di prove i candidati dovranno anche comunicare il titolo dell'argomento o presentare la tesina prescelti per dare avvio al colloquio.

SECONDA PROVA SPECIFICA PER OGNI ORDINE DI STUDIO
La seconda prova, prevista per il giorno successivo è quella specifica per il corso di studi ed ha come oggetto una delle materie che caratterizzano il corso di studio. Le materie previste per la seconda prova sono state annunciate agli studenti lo scorso 26 gennaio.
Quest'anno i candidati si cimenteranno con il greco nei licei classici, la matematica allo scientifico, la lingua straniera al linguistico, disegno geometrico all'artistico, economia aziendale per gli Istituti tecnici commerciali. E ancora, sistemi elettronici automatici al Tecnico industriale con indirizzo elettronico e tecnologia delle costruzioni per i futuri geometri.
Per le prime due prove scritte le tracce sono quelle indicate dal Ministero, mentre la terza prova, ha carattere pluridisciplinare ed ha l'obiettivo di verificare le conoscenze sulle diverse materie di insegnamento. Sono previste diverse tipologie: trattazione sintetica, non più di cinque argomenti; quesiti a risposta singola, da 10 a 15; quesiti a risposta multipla, da 30 a 40; problemi scientifici a soluzione rapida, non più di due; casi pratici o professionali, non più di due; un progetto.
Questa prova, a differenza delle altre due è elaborata dalla commissione esaminatrice.
Quest'anno, a causa della concomitanza delle date della terza prova scritta e del referendum sulla modifica della Costituzione, che chiama gli italiani alle urne il 25 e il 26 giugno, è stata anticipata di qualche giorno. Con un decreto il ministro ha infatti stabilito che si svolga il 23, anziche, come previsto, il 26.

LE PROVE ORALI
La data degli orali, i cosiddetti colloqui, è stabilita, invece, da ciascuna commissione al termine della correzione e valutazione degli scritti e dei fascicoli relativi ai candidati. Ma già il primo giorno degli esami il candidato, su richiesta del presidente della commissione, dovrà comunicare «il titolo o presentare l'esperienza di ricerca o di progetto, anche in forma multimediale, prescelti per dare inizio al colloquio».

La prova, infatti, ha inizio con un argomento scelto dal candidato. Il colloquio si svolgerà in un'unica soluzione. Sarà l'argomento scelto dallo studente il primo argomento della prova che proseguirà, quindi, vertendo su quelli proposti dal candidato attinenti «ai programmi e al lavoro didattico dell'ultimo anno di corso».

LA VALUTAZIONE DEGLI STUDENTI
A valutare gli studenti una commissione per ogni classe, composta composta da sei membri, tutti interni. Ogni sede di esame avrà quindi un presidente esterno che può essere un dirigente scolastico, un preside incaricato, un collaboratore vicario o un insegnante con almeno dieci anni di anzianità. Quest'anno sono 23.944 le commissioni e 5.576 i presidenti. In particolare, le commissioni delle scuole statali sono 21.583 mentre quelle delle scuole paritarie sono 2.314. Nelle scuole private non parificate si applicano, invece, i «vecchi» criteri: fermo restando il presidente esterno, i membri della commissione sono per metà esterni e per metà interni.
Il punteggio che lo studente può conseguire al termine dell'esame è espresso in centesimi e varia da un minimo di 60 ad un massimo di 100 punti, di cui l'80% assegnato alla prova e il 20% al curriculum formativo che lo studente ha maturato nei cinque anni di studio.
Per la valutazione degli scritti i candidati hanno a disposizione in tutto 45 punti. In pratica, una prova scritta per essere sufficiente deve ottenere almeno dieci punti, sino ad un massimo di 15. Il punteggio delle prove scritte deve essere pubblicato almeno due giorni prima dell'inizio del colloqui.Per questi ultimi la commissione dispone di un punteggio massimo di 35 punti, al colloquio giudicato sufficiente non può essere attribuito un punteggio inferiore a 22.
La Commissione, una volta conclusi gli orali, avvierà la valutazione assegnando il voto finale (la somma dei punti ottenuti agli scritti e al colloquio e dei punti acquisiti con il meccanismo dei crediti scolastici). Fermo restando il punteggio massimo di 100 la commissione può «motivatamente» integrare il punteggio sino ad un massimo di cinque punti ove il candidato abbia ottenuto un credito di almeno 15 punti e un risultato complessivo nelle prove di almeno 70 punti.

ESPULSO CHI 'BARA'
Internet al bando alla maturità. Così come i telefonini, i computer e i palmari. Non solo, dovranno restare chiuse a chiave le aule informatiche delle scuole che ospiteranno le prove d'esame. Come ogni anno, a pochi giorni dagli esami, anche quest'anno il ministero dell'Istruzione ha inviato alle scuole la circolare sugli «adempimenti di carattere organizzativo e operativo relativi all'esame di Stato», con cui vengono ricordati gli adempimenti necessari al corretto funzionamento della macchina.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400