Lunedì 17 Dicembre 2018 | 03:55

GDM.TV

Lippi: «Non era la nostra serata»

KAISERSLAUTERN - «Stasera non era roba nostra». Marcello Lippi è diretto, ed usa un modo di dire per raccontare la partita dell'Italia contro gli Usa. Convinto che il pareggio non comprometta più di tanto il cammino dell'Italia, il ct azzurro non nasconde però la delusione di come è andata la serata. «Da stasera comincia il nostro mondiale: dalla prossima partita o dentro o fuori. Meglio così, vorrà dire che ci farà bene. Quando giochiamo sull'entusiasmo, o pensiamo già ai quarti, non va, a noi servono partite decisive». E con la Repubblica Ceca, nonostante sia l'ultima del girone, è già di fatto una gara ad eliminazione diretta.
Lippi prova a spiegare la serata no dell'Italia. «Vi dico subito cosa è successo - così la sua analisi - ritengo di poter giustificare i miei ragazzi. Avevano speso tantissimo nella prima partita. Dopo 20 giorni di preparazione, e con tante difficoltà, ci hanno messo tutto per affrontare il Ghana. E il dispendio si è pagato stasera. Non abbiamo recuperato in questi giorni. Qualche segnale l'avevo avuto in allenamento, ma avevo sperato di sbagliarmi». Da quel debito di ossigeno e concentrazione, ne è uscito una partita ad handicap. «Succede, in quelle situazioni, che perdi il pallone, lo dai male, lo rincorri, allora ti innervosisci, e ne vengono errori gravissimi come quello di De Rossi». Ma cosa ha detto al centrocampista della Roma? «Di questo non parlo, le parole che devo dire le uso con lui nello spogliatoio». Quante giornate si attendono nel club Italia? «Non voglio parlare di questo. De Rossi ha sbagliato e pagherà. Faccio presente che l'abbiamo perso per tanto tempo durante la partita, e non è l'unico espulso di questo mondiale».
Lippi nega che l'Italia si possa definire però squadra viziata, per i comportamenti in campo. «Non è viziata, solo umana: questi ragazzi hanno lavorato tanto, mettendo tutto nella prima partita. Ripeto, il dispendio si è pagato».
Ora Lippi guarda al match con la Repubblica Ceca. «Questo 1-1 ha lasciato tutto in bilico. La partita di stasera è stata incredibilmente piena di colpi di scena. Prima in inferiorità numerica, poi di nuovo in superiorità. E' allora che non abbiamo sfruttato l'occasione, abbiamo creato poco. Ma meglio così, sono addirittura contento: con la Repubblica Ceca si deve vincere».
Lippi spende le ultime parole per due giocatori, Totti e Perrotta: «Perrotta è stato coraggiosissimo. L'ho spostato terzino destro per sfruttare i suoi cross, quando è uscito Zaccardo. Ed infatti ne sono arrivati subito tre. Poi si è fatto male, ma è rimasto in campo. Non avevamo più cambi». Per il giocatore della Roma si tratta di una forte contusione al nervo sciatico. Quanto al n. 10, Lippi è sintetico: «Totti non riusciva a trovare la posizione, aveva sempre Mastroeni addosso. Gli ho detto di cercarla lui, ma quando è stato espulso De Rossi era inevitabile farlo uscire». Nella notte, ritorno a Duisburg in charter. Lippi cambia il suo programma: «Niente allenamento e giornata di libertà per tutti gli azzurri».
Francesco Grant

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

 
Rotonda - Bari:  il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Rotonda - Bari: il punto con La Voce Biancorossa Rivedi la diretta

 
Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

 
Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia