Giovedì 28 Gennaio 2021 | 10:40

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, pressing su Cianci per sostituire Montalto

Bari calcio, pressing su Cianci per sostituire Montalto

 

NEWS DALLE PROVINCE

Brindisicontraffazione
Brindisi, carico di borse con griffe false: nuovo sequestro nel porto

Brindisi, carico di borse con griffe false: nuovo sequestro nel porto

 
Homela scomprasa
Morto a Santa Domingo Francesco Cavallari: aveva 84 anni il re delle cliniche di Bari

Morto a Santo Domingo Francesco Cavallari: aveva 84 anni il re delle cliniche di Bari

 
Potenzatragedia
Potenza, precipita da parete rocciosa: muore guida escursionistica di 49 anni

Potenza, precipita da parete rocciosa: muore guida escursionistica di 49 anni

 
TarantoL'iniziativa
Giornata della Memoria, musica dal teatro chiuso di Taranto: l'omaggio degli artisti

Giornata della Memoria, musica dal teatro chiuso di Taranto: l'omaggio degli artisti

 
FoggiaIl caso
Femminicidio a Orta Nova, 46enne indagato non risponde a pm: aveva tracce di sangue sui vestiti

Femminicidio a Orta Nova, 46enne indagato non risponde a pm: aveva tracce di sangue sui vestiti

 
BatIl caso
Scontro treni, la pm in foto con l'avvocato di un indagato, Csm la boccia ma si spacca

Scontro treni, la pm in foto con l'avvocato di un indagato, Csm la boccia ma si spacca

 
MateraIl caso
Tricarico, rubati 12 quintali di rame: 4 arresti

Tricarico, rubati 12 quintali di rame: 4 arresti

 
LecceIl caso
Lecce, litiga con il cugino e gli spara: arrestato

Lecce, litiga con il cugino e gli spara: arrestato

 

i più letti

Potenza - Il via da una piccola storia di usura

POTENZA - Un banale piccolo episodio di usura alla base dell'inchiesta della procura di Potenza che si è ramificata in decine di episodi che si intrecciano tra di loro.
Il tutto nasce circa due anni fa. Uno sfrattato di Potenza desidera ottenere ad ogni costo un prefabbricato nel rione Bucaletto, costruito alla periferia di Potenza dopo il terremoto del 1980. Per questo si rivolge ad un dipendente di una cooperativa che millanta conoscenze al comune e per il «favore» chiede dei soldi che poi gioca alle «macchinette».
Gli inquirenti si imbattono nel giro di usura in cui è finito il millantatore e risalgono ad una ditta del Potentino, leader nella distribuzione di videopoker. I controlli sulla società portano quindi ad una ditta di Messina, Italnolo.
Sempre secondo i magistati l'associazione a delinquere piazzava macchinette truccate che evitavano i controlli grazie al nulla-osta dei monopoli di stato.

Nelle duemila pagine raccolte dal pm Henry John Woodcock ci sono poi ampi stralci sulle presunte connivenze di Vittorio Emanuele, che sarebbe stato interessato «a soldi e donne».
Nelle intercettazioni compaiono affermazioni a tutto campo fatte dal principe. Su Giuliana Sgrena afferma: «...una comunista fottuta che scrive su quel giornalaccio, anzi bisogna stare attenti anche all'inchiostro». Vittorio Emanuele da tempo era intercettato, filmato e fotografato dagli inquirenti.
«Un'indagine approfondita - confermano gli ambienti degli investigatori - e condotta con molto scrupolo». Nel voluminoso fascicolo vi è anche un riferimento all'esclusione della lista di Alessandra Mussolini alle ultime regionali del Lazio. Dalle intercettazioni emergerebbe inequivocabilmente il ruolo svolto da un esponente di An nella vicenda.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400