Mercoledì 12 Dicembre 2018 | 09:33

GDM.TV

i più visti della sezione

«I bambini non sono pacchi»

BARI, 8 GIU - «Questa storia nasconde in qualche modo un grande fenomeno sommerso, di bambini che spesso sono utilizzati come pacchi da passare da un genitore all'altro dimenticando che sono loro i soggetti della loro vita»: Ernesto Caffo, presidente di Telefono azzurro e gestore del 114 emergenza infanzia, ha commentato così la vicenda dei due fratellini scomparsi da tre giorni a Gravina in Puglia.
«In emergenze come queste - ha detto Caffo - bisogna far giungere ai bambini un messaggio affinchè chiedano aiuto a qualcuno, a chi sia in grado di accompagnarli in questo cammino, perchè non si sentano isolati, senza supporti. Ma nello stesso tempo bisogna dire ai genitori di informare i bambini, coinvolgerli in questi processi di separazione, e a tutti coloro che si occupano di queste situazioni di dare risposte maggiormente qualificate perchèi bambini non vengano trattati come pacchi».

«I bambini spesso - ha ancora aggiunto il presidente di Telefono azzurro - si trovano ad essere molte volte oggetto di decisioni degli adulti, decisioni giudiziarie grazie ad un conflitto degli elementi della famiglia. Sono purtroppo frequenti i casi di bambini che chiamano Telefono azzurro e raccontano che sono scappati da casa perchè vorrebbero trovare altre soluzioni, come vivono l'esperienza che li porta a esser assegnati a un genitore senza essere loro, come prevede anche una legge europea, ascoltati in questi provvedimenti adottati dagli avvocati delle due controparti».
«I bambini non accettano - ha continuato Caffo - queste decisioni peraltro spesso prese su criteri astratti, formali (economici) o legati alla qualità degli avvocati che privilegiano un elemento della famiglia rispetto a un altro. Quando succede, come in questo caso a rischio, è importante che i bambini sappiano che c'e qualcuno che li può proteggere, li può ascoltare».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO

 
Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

 
Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive

 
Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

 
Il post partita di Cornacchini e Neglia

Il post partita di Cornacchini e Neglia