Martedì 18 Dicembre 2018 | 17:59

GDM.TV

i più visti della sezione

Sono stati visti nella gravina

GRAVINA IN PUGLIA (BARI) - Sarebbero stati visti per tre volte solo questa mattina da tre loro amici i due fratellini di 13 e 11 anni, Francesco e Salvatore, spariti di casa il pomeriggio del 5 giugno scorso. I ragazzini, alla vista dei conoscenti, ogni volta si sarebbero però dileguati. Sugli avvistamenti sono in corso verifiche delle forze di polizia che mostrano qualche cautela rispetto alle tre segnalazioni finora giunte.

Due dei tre avvistamenti sono stati fatti uno nella gravina (un crepaccio lungo e stretto, scavato dalle acque nella roccia) di Gravina in Puglia: erano nascosti - secondo il testimone che li ha visti - a poca distanza dalla vegetazione del luogo; l'altro avvistamento a poca distanza dalla gravina. Nel primo caso l'undicenne, vedendo l'amico, avrebbe detto al fratello più grande «scappiamo», e sarebbe fuggito nel tentativo di non farsi riconoscere. Questa circostanza è stata riferita dal teste ai carabinieri. Ai militari dell'Arma si sarebbe rivolto anche l'altro testimone che ha raccontato dell'altro avvistamento nella zona della gravina.
Il terzo avvistamento sarebbe avvenuto invece, verso le 8,30 di questa mattina, lungo la strada che collega Gravina in Puglia a Santeramo in Colle. L'avvistamento è stato fatto da un amico dei due ragazzini in fuga e riferito alla polizia.

A quanto si è saputo, al momento della comparsa, che risale alle 18 del 5 giugno, i fratellini non avevano con sè nè danaro nè telefoni cellulari.
Francesco e Salvatore vivono a Gravina in Puglia col padre, con la sua compagna e con i tre figli di quest'ultima. La madre vive nel non lontano Comune di Santeramo in Colle: al padre i bambini sono stati affidati dal giudice poco tempo fa, dopo la separazione dei due coniugi. Prima di essere affidati definitivamente al padre erano stati per cinque anni in collegio e per altri cinque, in via temporanea, con il papà. A seguito dell'affidamento definitivo del giorni scorsi avevano denunciato un certo disagio nel dover vivere nell'abitazione del loro padre.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Raf e Umberto Tozzi si raccontano: segui la diretta

Raf e Umberto Tozzi, la strana coppia si racconta alla Gazzetta Rivedi la diretta

 
"Grazie per quello che fate e che avete fatto"Gli auguri di Rosso  capo di stato Maggiore

"Grazie per quello che fate e che avete fatto"
Gli auguri di Rosso capo di stato Maggiore

 
Frecce tricolori, parla il nuovo comandante Farina: «Essere pugliese per me è un orgoglio»

Frecce tricolori, parla il nuovo comandante Farina: «Essere pugliese? Un orgoglio»

 
Gazzetta, la Procura di Catania a settembre: faremo l'impossibile per occupazione e rilancio

Gazzetta, la Procura di Catania a settembre: faremo l'impossibile per occupazione e rilancio

 
Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

Kids: torna a Lecce il festival per i più piccoli in nome dell'inclusione

 
pranzo

pranzo

 
Inaugura il Villaggio di Babbo Natale: luci, musica e file di un'ora per incontrarlo

Luci, musica e lunghe file per incontrare Babbo Natale: inaugurato il Villaggio

 
"Cane Secco" si lancia col paracadutelo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

"Cane Secco" si lancia col paracadute
lo youtuber tra le braccia dei Carabinieri

 
Afghanistan, il ministro Trentaporta il saluto di tutto il Paese

Afghanistan, il ministro Trenta
porta il saluto di tutto il Paese

 
Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolosul set dello sceneggiato "I due soldati"

Afghanistan, i bersaglieri della Pinerolo
sul set dello sceneggiato "I due soldati"

 
Afghanistan, le immagini del ministro Trentain occasione del saluto della Brigata Pinerolo

Afghanistan, le immagini del ministro Trenta
in occasione del saluto della Brigata Pinerolo