Lunedì 25 Gennaio 2021 | 02:16

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, al San Nicola i biancorossi affondano il Francavilla con un secco 4-1

Bari calcio, al San Nicola i biancorossi affondano il Francavilla con un secco 4-1

 

NEWS DALLE PROVINCE

Covid news h 24Emergenza contagi
Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

 
Foggiala tragedia
San Severo, carambola tra auto sulla Sp 109: due le persone morte

San Severo, carambola tra auto sulla Sp 109: il bilancio è di due morti

 
Leccela polemica
Lecce, melodia tipica salentina usata per canzone che inneggia a malavitosi: «La musica è cosa seria»

Lecce, melodia tipica salentina usata per canzone che inneggia a malavitosi: «La musica è cosa seria»

 
MateraIl mistero
Rotondella, omicidio ingegnere: eseguita autopsia. L'amico ferito è in coma

Rotondella, omicidio ingegnere: eseguita autopsia. L'amico ferito è in coma

 
Batviabilità
Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

 
Baricontagi coronavirus
Emergenza Covid, 12 positivi su 3.533 test compiuti in scuole del Barese

Emergenza Covid, 12 positivi su 3.533 test compiuti in scuole del Barese

 
Potenza«silver economy»
Crisi economica da pandemia: la Basilicata fa leva sui pensionati

Crisi economica da pandemia: la Basilicata fa leva sui pensionati

 

i più letti

Il nuovo presidente del Lecce calcio, Giovanni Semeraro: siamo rimasti puliti da calciopoli, anzi a volte danneggiati

LECCE - «I fatti hanno dimostrato che il Lecce è stato fuori dal sistema emerso dalle inchieste in corso e che anzi è stato in qualche circostanza danneggiato». Lo ha detto il nuovo presidente del Lecce calcio, Giovanni Semeraro, nella conferenza stampa nella quale ha ufficializzato il ritorno alla guida della società.
«Attendiamo gli eventi - ha aggiunto - per vedere se, a seguito dell'inchiesta, saremo ammessi a partecipare al campionato di serie A, pronti a far valere, senza clamore ma nelle sedi competenti, i nostri diritti». «Abbiamo dimostrato - ha continuato - di non essere stati nè asserviti nè contigui, ma di essere rimasti sempre fuori».
Parlando del momento attuale del calcio, Semeraro ha detto ancora: «Forse abbiamo fatto scelte non condivise, però sottolineiamo la volontà di proseguire nel nostro lavoro riaffermando i valori etici e morali che lo hanno sempre ispirato e la volontà di rispettare tutte le regole che sovrintendono al mondo del calcio».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400