Mercoledì 12 Dicembre 2018 | 06:22

GDM.TV

i più visti della sezione

Crisi Natuzzi - Cgil, Cisl e Uil contestano l'azienda e la Regione

Sciopero - Cgil, Cisl e Uil POTENZA - I segretari generali della Basilicata di Cgil, Cisl e Uil - Angelo Vaccaro, Nino Falotico e Michele Delicio - in una nota congiunta, hanno ribadito «il giudizio largamente negativo già espresso circa il contenuto del piano di riorganizzazione 2006-2008 presentato dalla Natuzzi ai sindacati di categoria poiché considerato non convincente».
I tre segretari, inoltre, si sono detti «esterrefatti per le improvvide dichiarazioni rese alla stampa dal presidente De Filippo e dall'assessore regionale Salvatore con le quali hanno espresso soddisfazione per la scelta del gruppo imprenditoriale di continuare a considerare la Basilicata come un'area strategica alla sua iniziativa industriale». Vaccaro, Falotico e Delicio hanno detto di «non condividere questa soddisfazione fuori luogo, poiché la risultante immediata di questo processo di riorganizzazione è la completa cessazione delle attività produttive degli stabilimenti materani di Iesce e La Martella che verrebbero sostituiti da un fantomatico polo logistico integrato che appare null'altro che un grande magazzino di stoccaggio».
Nel definire «incomprensibile il ruolo svolto dalla task force regionale, che avrebbe dovuto sovrintendere, con una nuova filosofia di approccio, da un lato alla elaborazione di strumenti di politica industriale e di attrattività d'impresa e dall'altro al governo dei processi di crisi settoriali e delle grandi imprese», Vaccaro, Falotico e Delicio hanno spiegato di aver «l'impressione che continui ad attardarsi nella semplice gestione notarile delle crisi, segnatamente sul versante dell'utilizzo degli ammortizzatori sociali. Lo stesso ruolo di Confindustria - hanno concluso - non può esaurirsi nel certificare la chiusura delle aziende, mentre sarebbe più utile contribuire a sostenere una vera fase di concertazione trilaterale (Regione, sindacati e imprenditori) finalizzata ad un accordo per il rilancio della competitività e delle politiche industriali».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO

 
Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

 
Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive

 
Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

 
Il post partita di Cornacchini e Neglia

Il post partita di Cornacchini e Neglia