Domenica 16 Dicembre 2018 | 07:08

GDM.TV

Parata e controparata, perchè lo Stato non è solo Forze Armate, ma anche e soprattutto cittadini

ROMA - Una parata del 2 giugno ridimensionata, anche nel tempo. La sfilata militare vera e propria, infatti, durerà esattamente mezz'ora. Ridotto anche il numero dei militari che marceranno in via dei Fori Imperiali, a Roma, in occasione della Festa della Repubblica: saranno 7.006, cioè 1.700 in meno rispetto all'anno scorso.
Il programma ufficiale di domani prevede, alle 9, l'alzabandiera solenne all'Altare della Patria in piazza Venezia, con l'omaggio del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano al Milite ignoto. Alle 9:20 il capo dello Stato lascia Piazza Venezia per poi passare in rassegna, dalle 9:30 alle 9:45, le truppe schierate. Alle 10.00 è previsto l'arrivo del corteo presidenziale sulla tribuna di Via dei Fori Imperiali. L'inizio della sfilata militare è alle 10:10 e la conclusione alle 10:40. Alle 10:50, gli onori finali al Presidente della Repubblica.

Tema della parata (sul manifesto campeggia un «W l'Italia», scritto a vernice sotto il Tricolore) è «la Repubblica e le Forze armate»: un tema neutro, per sottolineare, spiegano alla Difesa, «il saldo, indissolubile ed indiscutibile legame esistente» fra la Repubblica e i militari, fra le Forze Armate e gli italiani. Dopo la banda dei carabinieri, saranno sette i blocchi a sfilare, a cominciare dai soldati dei reparti maggiormente impegnati nelle missioni all'estero, seguiti dalle bandiere e dai rappresentanti di diversi organismi internazionali e di alcuni Paesi «amici ed alleati». Poi sarà la volta di quattro settori, uno per ciascuna forza armata (Esercito, Marina, Aeronautica, Carabinieri): sfileranno prima gli istituti di formazione, poi i reparti operativi. Il sesto e il settimo settore sono quelli dedicati ai Corpi armati e non dello Stato: a sfilare saranno varie specialità della Guardia di Finanza, seguite da diversi reparti della Polizia di Stato, della Polizia penitenziaria, del Corpo forestale dello Stato, dei vigili del fuoco, della Protezione civile e della polizia municipale. A chiudere, come sempre, i reparti a cavallo.

Soprattutto per la penuria di risorse economiche (ma probabilmente anche per le proteste di chi si oppone alla parata), quest'anno c'è stato un taglio significativo non solo di militari, ma anche di mezzi e di aerei. La parata aerea è stata proprio annullata (ci sarà solo il tradizionale sorvolo delle Frecce Tricolori); quanto ai mezzi, sfileranno 91 moto, 120 tra Ar e Vm, 51 mezzi speciali (l'anno scorso erano stati 90), mentre gli animali scenderanno da 365 a 234. In calo anche il numero dei civili: da 533 a 421.

Intanto, si prepara a scendere in piazza anche il popolo anti-parata. E non sono esclusi tentativi di interferire con il regolare svolgimento della manifestazione prevista ai Fori Imperiali. L'appuntamento ufficiale per chi contesta la tradizionale sfilata delle forze armate è alle 11 di domani a Castel Sant' Angelo. Da lì il corteo pacifista - al quale hanno dato la loro adesione intellettuali, numerose associazioni e parlamentari di diversi partiti, in particolare di Rifondazione, Verdi e Pdci - si snoderà per alcune vie del centro della Capitale. Un gruppo più combattivo, autodefinitosi 'no war', ha invece annunciato una serie di manifestazioni che tenteranno di arrivare il più vicino possibile alla zona del corteo militare. Gli organizzatori parlano di «iniziative di contestazione pacifica dentro e intorno all' area dove sfileranno le truppe e al palco delle autorità».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

 
Rotonda - Bari:  il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Rotonda - Bari: il punto con La Voce Biancorossa Rivedi la diretta

 
Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

 
Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini