Mercoledì 27 Gennaio 2021 | 04:46

Il Biancorosso

Il post-partita
Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariL'inchiesta
Popolare Bari, slitta a marzo nuovo processo per Gianluca Jacobini e altri 2 dirigenti

Popolare Bari, slitta a marzo nuovo processo per Gianluca Jacobini e altri 2 dirigenti

 
Foggiatragedia
Orta Nova, donna morta in casa: si pensa ad un omicidio

Orta Nova, donna di 48 anni accoltellata in casa alla gola: sospetti su un 46enne.
A dare l'allarme alcuni vicini Ft

 
Potenzaemergenza Covid
Basilicata, riapertura scuole: intensificare controlli aree di sosta automezzi trasporto pubblico

Basilicata, riapertura scuole: intensificare controlli aree di sosta automezzi trasporto pubblico

 
TarantoIl virus
Covid 19 a Taranto, positivi docenti del Conservatorio: sospese le lezioni

Covid 19 a Taranto, positivi docenti del Conservatorio: sospese le lezioni

 
HomeIl caso
Crolla solaio di un capannone a S. Michele Salentino: un morto. Altri sotto le macerie

Crolla solaio di un capannone a San Michele Salentino: un morto e 4 feriti. Uno è in gravi condizioni

 
LecceIl caso
Lecce, donna morì cadendo dalle scale mentre lavorava: 6 indagati

Lecce, donna morì cadendo dalle scale mentre lavorava: 6 indagati

 
BatL'incidente
Barletta, furgone contro autocarro sulla Sp 21: muore agricoltore 73enne

Barletta, furgone contro autocarro sulla Sp 21: muore agricoltore 73enne

 
MateraIl caso
Reati contro la Pubblica Amministrazione a Matera: 11 arresti e sequestrati 8,2 mln

Matera, truffa per fondi pubblici in agricoltura: 11 arresti, tra loro funzionari Ismea e Regione Basilicata. 22 indagati e sequestrati 8,2 mln. Le intercettazioni VD

 

E' Bantul la più colpita. L'Indonesia chiede aiuto al mondo

E' stata Bantul a subire i maggiori danni per il terremoto che ieri ha fatto tragicamente tremare la parte meridionale di Giava. Nella città satellite di Yogaakarta, a vocazione industriale, le vittime sono state oltre 2.000 sulle complessive 3.300.
Mentre a Yogiakarta, l'antica capitale di Giava, ricercata meta turistica per i suoi rinomati templi buddisti e indù, la scossa ha colpito più la parte sud, provocando danni minori nella parte settentrionale, Bantul ne è stata completamente devastata: gran parte delle sue case sono crollate sugli abitanti che ancora dormivano. E sono stati i più poveri, quelli che costituiscono la manodopera industriale, a morire.
«A Bantul sta fiorendo un'industria di tipo medio-basso» - ha detto all'Ansa Flavio Tommasi, del consolato italiano - che ha quindi attirato un esercito di operai e manovali.
Oggi a Bantul, che conta circa mezzo milione di residenti, si vedono - riferisce la Reuters - numerose tende provvisorie nelle strade, mentre la gente scava tra le macerie.
A Yogiakarta «molti per paura hanno scelto di dormire nelle strade, di non passare la notte nella loro abitazione», ha detto Tommasi. Lo si vede nella parte settentrionale, poco colpita, ma ancora di più nella disastrata zona sud.

IL GOVERNO LANCIA APPELLO AL MONDO
Il governo indonesiano ha lanciato oggi un appello per chiedere aiuto alla comunità internazionale, dopo il micidiale terremoto che ha colpito la parte centro-meridionale dell'isola di Giava facendo almeno 3.300 morti. Ieri diverse organizzazioni umanitarie e governi, tra cui quello italiano, avevano risposto proponendo aiuti e manifestando disponibilità a inviare il necessario, appena le autorità indonesiane avessero elencato i loro bisogni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400