Mercoledì 12 Dicembre 2018 | 12:53

GDM.TV

«Costruzioni di nessuna qualità, ecco perchè avvengono le stragi»

ROMA - Il terremoto che la notte scorsa ha colpito l'isola indonesiana di Giava «non è in sè un evento eccezionale perchè fa parte delle centinaia di eventi della stessa potenza scatenati dal sisma devastante del 26 dicembre 2006»: lo ha detto il presidente dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV), Enzo Boschi. «Gli effetti - ha aggiunto - sono stati però catastrofici perchè il terremoto è avvenuto in una zona densamente popolata e nella quale la qualità delle costruzioni non era tale da affrontare simili sollecitazioni».
Il terremoto di Giava è stato di magnitudo 6,2 confrontabile con quello che ha colpito il Friuli nel 1976. «Troppo debole per innescare un maremoto», ha detto ancora il presidente dell'INGV, e abbastanza superficiale (è avvenuto cioè ad una profondità compresa entro i primi 10 chilometri della crosta terrestre).

Il terremoto di Giava è stato quindi di entità molto inferiore rispetto al sisma del 26 dicembre 2004, ma a quell'evento è legato direttamente.
Se lo tsunami è stata la conseguenza immediatamente evidente di quel terremoto gigantesco, la frattura che da allora si è creata nella crosta terrestre è stata così grande da provocare un violento stress e uno stato di deformazione, ha osservato Boschi.
Proprio a causa di questa situazione «da allora sono avvenuti centinaia di terremoti di magnitudo confrontabile a quella del terremoto della notte scorsa a Giava», ha aggiunto il presidente dell'INGV. «La tragedia - ha detto - è che questa volta il sisma ha colpito in prossimità di una zona fortemente abitata».
In generale i terremoti che in zone popolate produrrebbero effetti devastanti sono molto più numerosi di quanto si possa immaginare. Si calcola, ad esempio, che ogni anno in tutta la Terra avvengano almeno 80.000 scosse di magnitudo superiore a 4 e 300 di magnitudo superiore a 6, ossia confrontabili al terremoto di Giava.
E dopo il sisma del dicembre 2004, eventi di intensità paragonabile a quello della notte scorsa a Giava «sono destinati a ripetersi ancora per anni», ha osservato Boschi. E' una situazione che «durerà - ha detto ancora - perchè le dimensioni della deformazione sono davvero grandi. Ci aspettiamo altre eruzioni». Anche la recentissima eruzione del vulcano Merapi, nel centro di Giava, avvenuta il 15 maggio scorso, è secondo Boschi un evento collegato al terremoto del dicembre 2004.
Nel frattempo si lavora per conoscere meglio che cosa è cambiato da quel 26 dicembre e gli stessi ricercatori dell'INGV stanno utilizzando dati internazionali per misurare esattamente la deformazione avvenuta nella crosta terrestre. Nei mesi scorsi, inoltre, ministero della Ricerca indonesiano e INGV hanno firmato un accordo di collaborazione che prevede l'installazione di stazioni sismiche. «Ora - ha concluso Boschi - speriamo di trovare i fondi e di avere il supporto finanziario adeguato».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi Il sindaco: «Indagheremo»

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO

 
Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

 
Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive

 
Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights