Sabato 15 Dicembre 2018 | 16:33

GDM.TV

Scetticismo si vince con approccio realistico

VENTOTENE (LATINA) - Giorgio Napolitano vede nello «scetticismo» uno dei macigni da rimuovere per rilanciare il cammino dell'Europa verso istituzioni più forti e verso l'unione politica. «Quanto allo scetticismo, lo si può vincere - ha detto nella piazza di Ventotene - con un approccio realistico, aperto alla considerazione degli errori e degli insuccessi della Costituzione europea, e quindi con visioni nuove, non puramente ripetitive. Ma - ha avvertito - alla retorica del mero idoleggiamento del passato non si può contrapporre la retorica di giudizi sommari e di generiche invocazioni sulla necessità di cambiare».
La ricetta suggerita da Napolitano, dunque, è quella del realismo e della riscoperta di un interesse per l'Europa come interesse dell'Italia tutta poichè «non c'è avvenire per l'Italia» se invece di imboccare questa strada si cede alla tentazione di rimettere in gioco un interesse nazionale anacronistico e ci si abbandona alla delusione sulle possibilità di realizzare il sogno di Altiero Spinelli, che in parte si è gia realizzato.
Sulla sua figura, Napolitano ha speso poche ma sentite parole, citando le sue ultime affermazioni, secondo cui chi si accinge a una grande impresa non sa se lavora per i suoi contemporanei o per i suoi figli, o per una più lontana generazione che riscoprirà il suo lavoro incompiuto e lo farà proprio. «Ebbene - ha concluso Napolitano, rivolgendosi alle figlie di Altiero Spinelli, presenti alla cerimonia - cara Barbara e cara Renata, egli ha lavorato per tutti, ed io vorrei personalmente dire quanto profondo sia rimasto in me il suo ricordo, e insieme quello di Ursula (la moglie di Spinelli) e quanto grande il debito che incontrandolo ho contratto con lui. Non c'è, non può esserci nulla di formale nell'omaggio che la Repubblica rende oggi alla figura di Altiero Spinelli. Non celebriamo un evento. Non rispettiamo una ricorrenza, ci impegniamo, piuttosto, a una riflessione e rivolgiamo un appello. Sulle idee e sulle battaglie di Spinelli c'è da riflettere assai più di quanto si sia fatto finora in Italia. Si tratta forse del lascito più ricco su cui possano contare, per formarsi moralmente e per operare guardando al futuro, le nostre generazioni più giovani. La sua resta una grande lezione di metodo: non chiudere le proprie analisi in alcuno schema, confrontarsi creativamente con la realtà nella sua evoluzione, ispirarsi tenacemente a idealità non passeggere come quelle dell'unità e del comune destino dell'Europa, saper risollevarsi da ogni sconfitta. Si può imparare da Altiero ad essere uomini e donne di alti pensieri e di forte, indomabile volontà d'azione».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

 
Rotonda - Bari:  il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Rotonda - Bari: il punto con La Voce Biancorossa Rivedi la diretta

 
Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

 
Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini