Mercoledì 20 Gennaio 2021 | 21:36

Il Biancorosso

Serie C
Bari, nella rincorsa alla Ternana c'è il San Nicola da riconquistare

Bari, nella rincorsa alla Ternana c'è il San Nicola da riconquistare

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIndagini lampo della Ps
Taranto, ruba  creme in una farmacia e tenta la fuga: ladro seriale arrestato

Taranto, ruba creme in una farmacia e tenta la fuga: ladro seriale arrestato

 
Bariemergenza coronavirus
Bitonto, focolaio Covid in cento anziani: positivi 3 educatori e una decina di ospiti

Bitonto, focolaio Covid in centro anziani: positivi 3 educatori e una decina di ospiti

 
FoggiaControlli dei CC
Foggia, a spasso con la cocaina nell'auto: arrestato 34enne incensurato

Foggia, a spasso con la cocaina nell'auto: arrestato 34enne incensurato

 
LecceL'ente fallito
Novoli, la Focara affossata dai debiti: i creditori avanzano oltre un milione

Novoli, la Focara affossata dai debiti: i creditori avanzano oltre un milione

 
Batsanità
Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

 
Potenzala richiesta
Fca fa spazio a Stellantis, Confindustria Basilicata: «Stabilimento Melfi sia centrale»

Fca fa spazio a Stellantis, Confindustria Basilicata: «Stabilimento Melfi sia centrale»

 
Covid news h 24L'annuncio
Fasano, emergenza Covid: padiglione centro commerciale diventerà hib vaccinale

Fasano, emergenza Covid: padiglione centro commerciale diventerà hub vaccinale

 
MateraIl caso
Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

 

i più letti

Tutti esauriti

Domenica prossima a Bari si giocherà Reggina-Juventus in uno stadio San Nicola gremito
La risposta più immediata agli scandali che si stanno succedendo in queste ore è l'assalto ai biglietti per la partita tra Reggina-Juventus che si svolgerà a Bari, cioè quella che quasi certamente consentirà ai bianconeri di vincere il ventinovesimo scudetto della storia (corsi e ricorsi: abbiamo appreso che proprio alla fine di un Reggina-Juve, giocata al "Granillo" di Reggio Calabria all'inizio del campionato scorso, l'arbitro Paparesta di Bari sarebbe stato chiuso a chiave negli spogliatoi da Moggi e Giraudo per una direzione sgradita).
Mentre le procure indagano e i politici propongono commissariamenti (oltre a soluzioni quali istituire una federazione arbitrale autonoma, fissare una incompatibilità tra i ruoli dirigenziali), la partecipazione popolare da parte dei tifosi juventini provenienti da tutto il Sud Italia è inarrestabile. Quasi che i sostenitori bianconeri, pronti a festeggiare domenica prossima la vittoria della squadra del cuore, se ne infischino di quel che sta accadendo.
Dare giudizi è difficile, una approfondita spiegazione scientifica potrebbero darla gli esperti (psicologi, sociologi): dovrebbero spiegarci quale meccanismo scatta nelle persone e se il fenomeno a cui assistiamo è assimilabile a quel che accade rispetto ad alcune trasmissioni televisive. Nei reality show la finzione è chiara, ma gli ascolti sono straordinariamente alti; i contenuti sono stabiliti dagli autori, ma i telespettatori guardano i programmi comunque. Accettano come fosse vero quel che vero non è.
Trasferendo i concetti agli eventi sportivi, preoccupa ad esempio il seguito che riesce ad avere il wrestling. I fruitori della disciplina sono i giovanissimi. Lo spettacolo si evolve secondo un canovaccio stabilito, ma i ragazzi ne vanno matti. Insomma, ci si emoziona senza entrare nel merito. Nel calcio «la squadra si ama», senza discuterla. Si trascurano i valori e un atteggiamento critico da preservare e da promuovere. L'importante è vincere. Senza preoccuparsi di come si arriva al successo. Senza chiedersi se sia accettabile, ad esempio, che si debba organizzare una farmacia per migliorare le prestazioni dei calciatori.
Anche quando le sentenze assolvono (c'è poco da fare, servono i magistrati per riportare l'ordine, magari facendo ricorso alle intercettazioni), sarebbe il caso di andare oltre e capire se sia eticamente accettabile somministrare o iniettarsi delle sostanze, indipendentemente dal fatto che siano o non siano inserite nella lista prevista dalla legge contro il doping (è vero: «il fatto non costituisce reato»; ma è sufficiente?).
Stiamo andando davvero oltre. Certo, per ora ci sono solo ipotesi e la presunzione di innocenza è uno dei capisaldi del codice penale. Ma, di fronte a capi di imputazione come la frode sportiva, l'illecita concorrenza con violenza e minacce e addirittura il concorso in sequestro di persona, sarebbe il caso di fermarsi a riflettere seriamente. Invece, solo i giudici sportivi riescono a chiudere le porte degli stadi. Può in alternativa capitare soltanto che gli spalti restino vuoti per gli scioperi del tifo, quasi sempre decisi per contestare una squadra che non riesce a ottenere risultati.
In attesa degli sviluppi (anche istituzionali: sarebbe opportuno eleggere ai vertici dello sport personalità come Gianni Rivera, uno che si è tenuto finora accuratamente alla larga senza mancare di dire quel che pensava), domenica si giocherà regolarmente con quasi sessantamila spettatori a Bari. Alla fine il triplice fischio dell'arbitro darà il via ai festeggiamenti. Il sogno di milioni di juventini diventerà realtà. Ma di quale realtà parliamo?

G. Flavio Campanella

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400