Mercoledì 12 Dicembre 2018 | 01:46

GDM.TV

i più visti della sezione

Atalanta in serie A, perdono Catania, Modena, Brescia e Cesena

Atalanta in carrozza in serie A, il Catania perde in casa di un Modena straordinario, crollano il Brescia e il Cesena, l'Avellino reagisce. Primi verdetti: Atalanta in A, Catanzaro e Cremonese in C1. Su tutti i campi, 1' di silenzio per la morte dei due alpini a Kabul.
I bergamaschi erano attesi alla conquista della massima serie con 3 turni di anticipo e ci ha pensato il grande protagonista del momento, Zampagna, autore di una doppietta, il 2° ancora in rovesciata come sabato scorso. Tra i due gol, la rete del giallorosso Tedoldi. La promozione è frutto soprattutto dello straordinario rendimento interno: 17 vittorie su 19 gare. E della fuga degli ultimi 3 mesi (l'ultima sconfitta contro il Catania il 4 febbraio).
A Modena grande match tra squadre d'alta classifica: Spinesi segna per il Catania nel recupero del 1° tempo, dopo un probabile gol dell'etneo Bianco non visto dalla terna arbitrale. Il Modena rimane in 10 al 27' della ripresa per l'espulsione di Frey, ma al 38' Tamburini trova il pari di testa. Non è finita perché nel recupero, ancora Tamburini di sinistro dal limite batte Pantanelli regalando al Modena una zona play-off che pareva impossibile quando Pioli è tornato in panchina.
Sei vittorie nelle ultime sette gare hanno reso possibile l'impresa. È il momento del Torino, alla 3ª vittoria di fila, stavolta a Trieste, firmata Stellone autore di una doppietta. Nel giorno del 57esimo anniversario della tragedia di Superga. Esce il Brescia invece dalle prime 6, le «rondinelle» sono alla 3ª sconfitta di fila. Nettissimo il ko interno contro il Vicenza: apre Schwoch al 35', dopo uno straordinario dribbling stretto su due difensori (uno superato di tacco) e sul portiere prima di depositare nella porta vuota. Al 6' della ripresa raddoppia Cavalli, al 28' chiude Sgrigna in contropiede. A completare la disfatta, il rigore sbagliato nel recupero da Milanetto, parato da Sterchele.
Cade anche il Mantova, che vede il Torino passarlo al 3° posto. A Bergamo, contro l'Albinoleffe apre Salgado al 24', sei minuti dopo Joelson segna in tap-in, raccogliendo la respinta di Bellodi. Inutile il gol del mantovano Graziani nel finale di partita. Ai margini della zona play-off anche il Cesena, reduce da un pessimo periodo (3 punti nelle ultime 7 partite). Oggi i bianconeri toccano il fondo. Avanti di 2 gol a Pescara (Salvetti al 36' in rovesciata, Bracaletti al 9' del secondo tempo) si vedono raggiungere dai gol di Gonnella (11' del secondo tempo) e Zoppetti al 46'. Al 49', addirittura, un Pescara praticamente senza ambizioni segna il gol-vittoria con Cammarata.
Senza reti Arezzo-Bari, e grave è la mancata vittoria dei toscani (in corsa per i play-off) contro una squadra tranquilla. Chance sprecata anche per il Bologna che pur in rimonta non va oltre un punto a Cremona, contro i grigiorossi retrocessi. Da quando è tornato Ulivieri i felsinei sono imbattuti, ma 5 punti a 3 gare dal termine sembrano troppi per tentare di agganciare i play-off. Nel match in cui viene ricordato il mitico presidente Luzzara, appena scomparso, la Cremonese va in vantaggio con Carparelli al 5' della ripresa, sei minuti dopo il bellissimo raddoppio di Dedic che supera in velocità un paio di difensori avversari e batte Pagliuca in diagonale. Poi ci pensa Marazzina: al 14' con un sinistro in diagonale e al 20' in sospetto off-side su cross di Zauli.
In fondo alla classifica, l'Avellino batte il Crotone ed esce dalle ultime tre. Due rigori per gli irpini nei primi 34': il primo è sprecato da Albino, il secondo decisivo trasformato da Danilevicius. Al terz'ultimo posto è adesso la Ternana, battuta a Rimini. Gol «maradoniano» di Ricchiuti al 14' (stop di petto, controllo volante di sinistro e destro di precisione), prima del pari su rigore di Frick al 23'. Ancora Ricchiuti inventa per Moscardelli, che al 37' chiude il match.
Altra occasione buttata dal Piacenza che cade a Verona. Decide al 25' del secondo tempo Sforzini di testa. Gli scaligeri non segnavano da 327' e avevano messo insieme 3 punti nelle precedenti 8 gare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Strasburgo: gli spari, i morti, i blitz, la gente in fuga

Strasburgo: gli spari, il morto, i blitz, la gente in fuga

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

Bisceglie, topo in ospedale sulla porta del reparto Infettivi

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, la diretta del prepartita

Bari - Troina: il punto con La Voce Biancorossa, diretta prepartita

 
Corrieri della droga: con i bus di linea da Milano la portavano in Puglia

Sui bus di linea da Milano in Puglia con la droga in valigia: 22 arresti VIDEO

 
Cristina, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la ciabattina

Cristina, 37 anni, da Laterza a La Spezia e ritorno per fare la «ciabattina»

 
Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

Sede Casapound sequestrata, il gip: «Pericolo nuove aggressioni fasciste»

 
Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolita le darsene abusive

Parco del Gargano, 6 anni dopo la sentenza, demolite le darsene abusive

 
Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

Il Natale di Giovinazzo si accende con Christmas Lights

 
Il post partita di Cornacchini e Neglia

Il post partita di Cornacchini e Neglia