Venerdì 22 Gennaio 2021 | 01:58

Il Biancorosso

Serie C
Bari, ufficializzati due nuovi ingaggi: Rolando e Sarzi Puttini

Bari, ufficializzati due nuovi ingaggi: Rolando e Sarzi Puttini

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

Brindisimaltrattamenti in famiglia
Ostuni, distrugge i mobili di casa e minaccia di morte madre e moglie: arrestato 45enne violento

Ostuni, distrugge i mobili di casa e minaccia di morte madre e moglie: arrestato 45enne violento

 
Bariemergenza coronavirus
Bitonto, focolaio Covid in centro per anziani: 19 i casi positivi

Bitonto, focolaio Covid in centro per anziani: 19 i casi positivi

 
Potenzaeconomia
Tavares in Basilicata, riconosciuta centralità dello stabilimenti di Melfi nel nuovo gruppo Stellantis

Tavares (Stellantis) in Basilicata: confermati investimenti e posti di lavoro. Riconosciuta centralità stabilimento Melfi

 
Tarantoil progetto
Taranto, piantine antinquinanti nelle scuole: al via «La Natura entra in classe»

Taranto, piantine antinquinanti nelle scuole: al via «La Natura entra in classe»

 
FoggiaL'accaduto
Foggia, fuggono con macchina rubata, ma fanno incidente e scappano sfondando il parabrezza

Foggia, fuggono con macchina rubata, ma fanno incidente e scappano sfondando il parabrezza

 
BatNella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 
MateraIl caso
Incendia auto per dissidi lavorativi con la proprietaria: denunciata 41enne a Matera

Incendia auto per dissidi lavorativi con la proprietaria: denunciata 41enne a Matera

 
LecceLe dichiarazioni
Fidanzati uccisi a Lecce, il killer: «Se fossi libero avrei di nuovo l'impulso di uccidere»

Fidanzati uccisi a Lecce, il killer: «Se fossi libero avrei di nuovo l'impulso di uccidere»

 

i più letti

Le imprese agricole europee cercano giovani

ROMA - A.A.A. lavoro in campagna offresi. Lo chiedono i giovani imprenditori di Coldiretti che al seminario dei giovani agricoltori europei (Ceja - Conseil europeen des jeunes agriculteurs), riuniti ad Orvieto oggi e domani per discutere di «Competitività e sostenibilità: modello di sviluppo del made in Europe», hanno presentato lo studio «Giovani e imprese in agricoltura». Secondo lo studio di Coldiretti in Europea servono 500.000 giovani agricoltori, dei quali il 10% in Italia, per assicurare alle campagne europee un turn over comparabile a quello di altri settori e in grado di garantire in futuro la sicurezza alimentare e la salvaguardia ambientale e territoriale dell'Unione Europea.

Se in Italia - riferisce la Coldiretti - si stima complessivamente un fabbisogno di ulteriori 60mila giovani imprenditori agricoli, la situazione è differenziata tra le diverse regioni con la mancanza di 8800 unità in Campania, 6500 in Emilia Romagna, 5600 in Piemonte, 5300 in Veneto, 5100 in Puglia, 4000 nel Lazio e in Sicilia, 3300 Marche, 3000 in Abruzzo, 2300 in Toscana, 1800 in Trentino Alto Adige, 1800 in Lombardia, 1500 in Basilicata, 1300 in Calabria, 1200 in Molise e Sardegna, 1000 in Umbria, 800 in Friuli Venezia Giulia e Liguria e 100 in Valle d'Aosta. Secondo il presidente del Ceja Giacomo Ballari per rilanciare l'imprenditoria agricola servono «bisogna rimuovere gli ostacoli ancora presenti e fare in modo che ogni giovane possa realizzare il proprio sogno imprenditoriale in una agricoltura rigenerata e attenta alla sicurezza alimentare ed ambientale dei cittadini». Donato Fanelli, Delegato Nazionale dei Giovani Coldiretti, l'organizzazione più rappresentativa a livello comunitario, ha sottolineato che «sono circa un milione mezzo gli imprenditori agricoli under 35 nell'insieme dei 25 Paesi dell'Unione Europea con una percentuale inferiore al 9%del totale. In altre parole, nell'Europa allargata meno di un agricoltore su dieci è al di sotto dei 35 anni e l'età media del conduttore di azienda è di 54 anni, nonostante l'allargamento abbia «ringiovanito» il settore con paesi come la Polonia dove sono giovani il 16,3% degli imprenditori agricoli rispetto al 3,9% dell'Italia e al 2,7% del Portogallo, con l'agricoltura «più vecchia» d'Europa.

In Italia sono quasi centomila i giovani under 35 che hanno scelto di porsi alla guida di aziende agricole che rappresentano la componente più dinamica dell'agricoltura italiana. Secondo un'indagine della Coldiretti le aziende agricole dei giovani under 35 possiedono, infatti, una superficie superiore di oltre il 54% alla media (9,4 ettari rispetto alla media nazionale di 6,1), un fatturato più elevato del 75% della media (18.720 Euro rispetto alla media nazionale di 10.680) e il 50% di occupati per azienda in più. Inoltre - conclude la Coldiretti - le giovani leve della campagna hanno una maggiore propensione al biologico (3,7% delle aziende rispetto alla media nazionale di 2,1%), ma incontrano qualche difficoltà nell'acquisto del capitale terra che solo nel 54% dei casi è in proprietà rispetto al 74% della media nazionale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400