Lunedì 25 Gennaio 2021 | 11:10

Il Biancorosso

Il post-partita
Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaLotta al virus
Foggia, controlli polizia locale: sequestrate mascherine vendute in strada senza permesso

Foggia, controlli polizia locale: sequestrate mascherine vendute in strada senza permesso

 
Tarantonel Tarantino
Massafra, in 4 aggrediscono e rapinano un 21enne: arrestati braccianti

Massafra, in 4 aggrediscono e rapinano un 21enne: arrestati braccianti

 
BariIl furto
Molfetta, a 16 anni ruba 2 smartphone da un negozio di elettronica: arrestato

Molfetta, a 16 anni ruba 2 smartphone da un negozio di elettronica: arrestato

 
Materanel Materano
Marconia, sorpresa a spacciare cocaina e hashish in casa: arrestata 65enne

Marconia, sorpresa a spacciare cocaina e hashish in casa: arrestata 65enne

 
Covid news h 24Emergenza contagi
Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

 
Leccela polemica
Lecce, melodia tipica salentina usata per canzone che inneggia a malavitosi: «La musica è cosa seria»

Lecce, melodia tipica salentina usata per canzone che inneggia a malavitosi: «La musica è cosa seria»

 
Batviabilità
Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

 

i più letti

Il sindaco Emiliano: con questo secondo atto è l'inizio non la fine

Michele Emiliano sindaco BariBARI - «E' l'inizio, non la fine»: così il sindaco di Bari, Michele Emiliano, commenta l'atto finale dell'abbattimento del complesso abusivo di Punta Perotti che sorge sul lungomare della città, che comincerà stamane alle 10:30 per concludersi domani alla stessa ora. Il sindaco attende l'ora X nell'area destinata ai numerosi giornalisti presenti anche oggi.
«Noi abbattendo Punta Perotti - ha detto poco fa Emiliano - abbiamo lanciato una sfida a costruire la città, non ad abbatterla». «Non mi vedrete mai particolarmente soddisfatto - ha continuato - di questo inizio perchè quando si inizia a fare un lavoro si è molto concentrati, si hanno le idee chiare su quello che si vuole fare, ma in questo caso non si può essere ovviamente soddisfatti».
«Avremo il contributo della società di trasformazione urbana che - ha proseguito a proposito della riqualificazione dell'area - abbiamo promosso e rilanciato. Era un'idea della vecchia amministrazione che però escludeva l'area di Punta Perotti, noi includeremo l'area di Punta Perotti in questa società di trasformazione urbana».
«A questo lavoro - ha concluso - abbiamo messo mano già prima di cominciare l'appalto per l'abbattimento e tra qualche settimana la Biennale di Venezia ci metterà a disposizione circa una cinquantina di idee, di progetti su come riqualificare questi quattro chilometri di litorale. Pensiamo al futuro, pensiamo - ha concluso - a costruire, non ad abbattere».

INFONDATA LA RICHIESTA RISARCIMENTO DEI COSTRUTTORI. I BARESI NON SPANDERANNO UNA LIRA
E' «infondata» la richiesta dei costruttori dei palazzi di Punta Perotti. Lo ribadisce oggi il sindaco di Bari, Michele Emiliano che spiega: «I costruttori chiedono un risarcimento non per l'abbattimento di oggi ma per la confisca di cinque anni fa, quindi è una somma che avrebbero chiesto comunque e quindi questa è una richiesta infondata, lo dico da giurista oltre che da sindaco».
«Abbiamo chiesto noi, come Comune - ha proseguito Emiliano - il risarcimento dei danni con la precisazione che queste cosiddette assoluzioni per i costruttori non sono assoluzioni perchè il fatto non sussiste ma sono assoluzioni perchè il fatto non costituisce il reato. Vuol dire che il reato è commesso in tutti i suoi elementi oggettivi e che però non c'è la certezza nell'ordinamento che il soggetto che ha commesso il reato si sia reso conto di averlo compiuto». «Quindi - ha aggiunto Emiliano - c'è comunque una responsabilità in questo soggetto, che dal punto di vista risarcitorio può essere fatta valere. Ecco perchè noi abbiamo chiesto il risarcimento danni».
«I baresi - ha poi assicurato il sindaco - non tireranno fuori cento lire, neanche le spese per l'abbattimento, perchè queste ultime noi le abbiamo chieste ai Matarrese come giusto che sia».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400